Fact checking e fake news

Chi è il nuovo Direttore generale della Cassa per i servizi energetici e ambientali

Prassi cambiata per la nomina. Da Arera via libera per garantire continuità nell’esercizio delle funzioni della CSEA e per salvaguardare la stabilità dell’assetto organizzativo

Per i prossimi tre anni sarà l’ingegner Enrico Antognazza il Direttore generale della Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA). La delibera dell’Authority per l’energia (Arera) datata 1 giugno e firmata Guido Bortoni ha reso di fatto ufficiale la nota con cui il 17 maggio scorso, il presidente della CSEA comunicava al Comitato di gestione della cassa l’esito della riunione dell’11 maggio con la quale si indicava Antognazza Direttore generale per il triennio “eventualmente rinnovabile per un periodo di ulteriori due anni”.

ANTOGNAZZA SCELTO DOPO UNA SELEZIONE TRA UNA ROSA DI TRE CANDIDATI

areraL’individuazione di Antognazza, si legge nella delibera, “è avvenuta in esito alla pubblicazione di un avviso di selezione, i cui candidati sono stati valutati da un’apposita Commissione, la quale, al termine dei suoi lavori, ha proposto una rosa di tre candidati idonei a ricoprire l’incarico di Direttore generale della CSEA; con tali candidati, il Comitato di gestione della CSEA ha svolto un colloquio finale, in esito al quale ha individuato il candidato da nominare Direttore generale”.

CAMBIA LA PRASSI DI NOMINA RISPETTO AL PASSATO

Rispetto al passato, tuttavia, la consuetudine seguita fino ad oggi nelle nomine di questo tipo, è stata modificata. “Per prassi costantemente seguita, la Cassa verificava preventivamente con l’Autorità, quale organismo vigilante competente all’approvazione della nomina del Direttore generale, l’impianto della procedura di selezione del Direttore medesimo, coinvolgendola anche nella composizione della Commissione esaminatrice”. Tuttavia, “la procedura di selezione culminata nella nomina dell’ing. Enrico Antognazza a Direttore generale di CSEA, pur risultando correttamente espletata sotto il profilo della regolarità formale”, si è “discostata senza una ragionevole giustificazione dalla prassi sopra richiamata”. E, osserva l’Authority, “tale scostamento rispetto alla prassi costantemente seguita non appare giustificato dal mutato assetto della natura giuridica di Cassa, giacché l’impianto normativo relativo alla procedura di nomina del Direttore generale di CSEA è rimasto sostanzialmente invariato, anche in ordine alle potestà di intervento dell’Autorità vigilante”.

VIA LIBERA DA ARERA PER SALVAGUARDARE LA STABILITÀ DELL’ENTE

Malgrado ciò “al fine di garantire la continuità nell’esercizio delle funzioni della CSEA, che vede nel Direttore generale il responsabile del funzionamento dell’Ente, nonché di salvaguardare la stabilità dell’assetto organizzativo dell’Ente medesimo”, Arera ha convenuto si potesse “comunque approvare, sulla base degli atti resi disponibili dalla CSEA, nonché delle competenze professionali e delle qualità manageriali possedute dall’ing. Enrico Antognazza, la nomina dello stesso a Direttore generale della Cassa per la durata di un triennio”.

IN CARICA DAL 1 GIUGNO

L’entrata in carica di Antognazza è appunto al 1 giugno 2018, dopo una proroga di tre mesi terminata a inizio mese, del precedente Direttore generale.