Scenari

A chi interessa il gas dell’Azerbaigian

Numeri e iniziative attorno al giacimento di Shah Deniz, il nuovo Eldorado per mettere in sicurezza le forniture dell’Europa Il governo tedesco è pronto a fornire garanzie di prestito fino a 1,5 miliardi di dollari alla compagnia di Stato azera, tramite una banca tedesca, per assicurare le forniture di gas dall’Azerbaigian. In particolare per la realizzazione del cosiddetto Corridoio meridionale del gas L’anticipazione arriva dal quotidiano tedesco Deutsche Welle e si riferisce a una lettera che il sottosegretario del ministero

Read More...

Scenari

Saipem, come andrà il 2018 (dopo i numeri del 2017)

Tutte le ultime novità e gli ultimi numeri sul gruppo Saipem. L’articolo di Sebastiano Torrini per Energia Oltre

Read More...

Scenari

Petrolio, perché gli Usa saranno protagonisti. Report Aie

Nel rapporto “Oil 2018” l’Agenzia internazionale per l’energia mette al primo posto la sicurezza energetica

Read More...

Scenari

Ecco lo stato di salute delle utility. Report Agici-Accenture

Transizione energetica a portata di mano, utili e ricavi in crescita, debito sotto controllo e investimenti in espansione per le utilities italiane ed europee. Che cosa è scritto negli studi presentati da Agici e Accenture sulle utilities leader in Italia e in Europa. L’articolo di Energia Oltre

Read More...

Scenari

Che cosa studia Snam in Grecia

Due cordate, una guidata da Snam e l’altra da Transgaz, in lizza per l’operatore ellenico Desfa. Tutti i dettagli nell’approfondimento di Energia Oltre

Read More...

Scenari

Come sarà il mercato del petrolio nel 2018?

Cosa ha detto il Presidente dell’Opec su mercato e futuri investimenti. Articolo di Giusy Caretto

Read More...

Scenari

Perché il Mediterraneo Orientale è l’ago della bilancia della politica energetica Ue

Come mai l’Europa è ai margini del grande risiko del gas stretta tra la morsa russa e dei paesi emergenti della sponda est del Mare Nostrum I giacimenti di gas del Mediterraneo orientale si candidano a essere sempre più ago della bilancia della politica energetica europea. A scapito della Russia e della sua eccessiva predominanza nelle forniture al Vecchio Continente. L’ultimo paese che sta cercando di allentare la morsa da Mosca è la Bulgaria. Il ministro bulgaro dell’Energia Temenuzhka Petkova

Read More...