Efficienza energetica e innovazione

Certificati bianchi: ecco i dati Gse dei primi sei mesi del 2018

I Titoli di Efficienza Energetica (TEE) sono titoli negoziabili che certificano i risparmi energetici conseguiti negli usi finali di energia

Dal 1° gennaio al 30 giugno 2018 il GSE avvalendosi di ENEA e RSE, ha concluso positivamente 1437 istruttorie tecniche relative ai Titoli di Efficienza Energetica (TEE). In particolare sono 44 i progetti a consuntivo (PC), 66 le Proposte di Progetto e Programma di Misura (PPPM) e 1327 le Richieste di Verifica e Certificazione dei Risparmi (RVC), per le quali la società ha riconosciuto complessivamente circa 2.064.446 TEE (di cui 802.615 TEE relativi ai riconoscimenti per le RVC standardizzate).

DAL 2006 AD OGGI QUASI 50 MLN DI TEE

efficienza energeticaComplessivamente, dall’avvio del meccanismo (2006) al 30 giugno 2018 , sono stati riconosciuti 49.573.603 Titoli di Efficienza Energetica, di cui 16.008.769 TEE si riferiscono ai riconoscimenti trimestrali per le RVC standardizzate.

BENE LE NUOVE UNITÀ DI COGENERAZIONE

Dal 1° gennaio al 30 giugno 2018 il GSE, nell’ambito del meccanismo di incentivazione della cogenerazione ad alto rendimento (CAR) ha inviato inoltre al GME 764.106 TEE, di cui 758.221 TEE rilasciati sul conto proprietà degli operatori e 5.885 TEE oggetto di ritiro da parte del GSE. Del volume complessivo di TEE inviati al GME, il 94.6% sono dovuti all’installazione di nuove unità di cogenerazione, il 3,3% al rifacimento di vecchie unità cogenerative e il 2,1 % a unità cogenerative entrate in esercizio prima del 07/03/2007.

COSA SONO I CERTIFICATI BIANCHI O TEE

I Certificati Bianchi, o Titoli di Efficienza Energetica (TEE) sono titoli negoziabili che certificano i risparmi energetici conseguiti negli usi finali di energia, realizzando interventi di incremento dell’efficienza energetica. Il sistema dei CB è un meccanismo di incentivazione che si basa su un regime obbligatorio di risparmio di energia primaria per i distributori di energia elettrica e gas naturale con più di 50.000 clienti finali. Per ogni anno d’obbligo, dal 2017 al 2020, sono stati fissati gli obiettivi di risparmio che i distributori devono raggiungere attraverso la realizzazione di interventi di efficienza energetica. I soggetti obbligati possono adempiere alla quota d’obbligo di risparmio in due modi: realizzando direttamente o attraverso le società da essi controllate, o controllanti, i progetti di efficienza energetica ammessi al meccanismo; acquistando i titoli dagli altri soggetti ammessi al meccanismo, ovvero altri distributori, ESCO certificate o utenti finali pubblici o privati che hanno nominato un EGE certificato.

GLI OBIETTIVI DEI PROSSIMI ANNI

I risultati da raggiungere sono per il: 2018: 8,32 Milioni di TEP; 2019: 9,71 Milioni di TEP; 2020: 11,19 Milioni di TEP. Gli obiettivi includono gli interventi associati al rilascio dei Certificati Bianchi, energia da Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR), gli interventi che continuano a generare risparmi anche dopo la conclusione del periodo di vita utile e gli interventi di efficientamento eseguiti nell’ambito del D.M.106 del 20/05/2015.