Efficienza energetica e innovazione

Efficienza energetica, ecco il progetto CappottoMio di Eni ed Enea

eni cappottomio

Tutti i dettagli del nuovo servizio “CappottoMio” di Eni ed Enea

Riqualificare, da un punto di vista energetico, gli edifici condominiali con l’installazione del cosiddetto “cappotto termico” che rappresenta una soluzione tecnologica efficiente ed efficace per ridurre le dispersioni termiche degli immobili. E’ questo l’obiettivo di “CappottoMio”, un nuovo servizio di Eni gas e luce ed Enea, progettato in conformità con la normativa in materia di Ecobonus (detrazioni fiscali fino al 75% dell’importo dei lavori) e Sismabonus (fino al 85%) con la possibilità di cedere a terzi il credito fiscale.

“Il servizio CappottoMio è la risposta innovativa e completa di Eni gas e luce che va a soddisfare tutte le esigenze del condominio, sia dal punto di vista tecnico che finanziario. Questo servizio, frutto della forte collaborazione tra le diverse professionalità della nostra Società e dei nostri partner, non si limita all’isolamento termico degli edifici ma si estende all’adeguamento energetico delle centrali termiche condominiali, con la possibilità di usufruire anche in questo caso di tutti i vantaggi fiscali previsti dall’ecobonus. Il condominio che intende installare CappottoMio potrà cedere al partner operativo di Eni gas e luce tutte le detrazioni fiscali ottenibili secondo quanto stabilito dalla legge e corrispondere, anche in forma rateizzata, solo l’importo rimanente a saldo della spesa totale. Il condominio potrà ottenere il finanziamento a tasso fisso di tale importo residuo fino a una durata massima di 10 anni al fine di consentire con i risparmi ottenuti la copertura dei costi”, avrebbe commentato  l’Ad di ENI gas e luce, Alberto Chiarini.

Il presidente ENEA, Federico Testa, ha commentato: “Con gli strumenti introdotti dalle ultime leggi di bilancio si è avviato un modello virtuoso con rilevanti ricadute ambientali, energetiche e sociali in grado di coinvolgere cittadini, multiutility e pubblica amministrazione, grazie soprattutto alla possibilità per coloro che non hanno capienza fiscale sufficiente, o che ritengono di non essere in grado di utilizzarle, di cedere le detrazioni a chi decide di farsi carico degli interventi.