Sostenibilità

Il fotovoltaico conquista l’Australia

Nonostante le politiche a favore delle fossili, in Australia è boom di fotovoltaico

L’Australia scommette sul fotovoltaico. Negli ultimi 11 mesi, infatti, la nazione ha installato più di 1 GW di nuova potenza solare, con una crescita del solare da record, a tutto dispetto delle politiche avviate dal governo Turnbull, che nelle scorse settimane ha definitivamente eliminato il Clean Energy Target (CET),L’Obiettivo di energia pulita, il piano che avrebbe dovuto stimolare nuovi investimenti nella produzione di rinnovabili, inserito nella relazione Finkel quale strumento essenziale per poter conformare l’Australia all’impegno richiesto dall’Accordo di Parigi sul clima.

fotovoltaicoE in linea con le decisioni del Governo, Canberra è fermamente intenzionata a rimuovere finanziamenti e target dedicati all’energia del sole e del vento a partire dal 2020.

Nonostante tutto questo, secondo i numeri pubblicati da  SunWiz, società di consulenza australiana, le installazioni di fotovoltaico continuano a crescere a ritmi impressionanti: 1 gigawatt in 11 mesi (893 MW di installazioni sotto i 100 kW di potenza e solo 114 MW sopra i 100 kW). Anche le previsioni sono buone: per SunWiz, i piccoli impianti raggiungano una nuova capacità installata annuale tra 1,05 GW e 1,10 GW. A crescere, in particolar modo, il segmento dei tetti solari. Nel corso di quest’anno, infatti,  è stato commissionato un volume record di moduli fotovoltaici per le coperture commerciali (285 MW già installati).