Energie del futuro

Francia verso la dismissione del nucleare

nucleare Francia

Il Ministro Nicolas Hulot ha dichiarato a Le Monde le prossime mosse verso una Francia più verde: chiusura delle centrali nucleari, investimenti in energie rinnovabili e riassorbimento dei lavoratori atomici

 

L’atomo francese verso la dismissione. Il governo francese si impegna ad annunciare, entro la fine del 2018, quanti reattori nucleari verranno chiusi. E’ questo quanto affermato dal Ministro dell’Ecologia Nicolas Hulot a Le Monde.

french

Secondo il piano nazionale, è prevista una diminuzione percentuale del contributo del nucleare alla generazione di energia: si passerà dal 75% al 50% entro il 2025. Il Ministro continua asserendo chiuderemo un certo numero di reattori, ma preciserò il numero e i tempi al momento della programmazione pluriennale del 2018″.

Questa soluzione era attesa da tempo dagli ambientalisti di Francia, ma non è stata accolta positivamente da tutti i francesi. La vera sfida,  sarà far crescere di pari passo anche le energie rinnovabili per garantire la copertura di domanda nazionale ma, sopratutto, il riassorbimento dei lavoratori – sono infatti 220 mila impiegati circa quelli che lavorano attualmente nell’atomico, secondo il Consiglio Nazionale dell’Industria francese – che a causa di queste chiusure rimarranno senza lavoro.

Per adempire al secondo punto, il ministro Hulot sta procedendo a «un accordo verde per sostenere la transizione energetica, l’efficienza, lo sviluppo di nuovi settori industriali rinnovabili»

 

Giovanni Malaspina