Energie del futuro

Gas, 50 milioni a Romania da BEI per costruzione Brua

gas

La Romania ospiterà la prima tratta del Brua, il gasdotto che collegherà Bulgaria, Romania, Ungheria e Austria e che in prima istanza occuperà 4000-5000 impiegati

 

50 milioni di euro. Questa la somma del prestito che la Banca Europea per gli investimenti (Bei) concederà alla Transgaz, gestore nazionale della rete di distribuzione del gas in Romania, per la costruzione di un gasdotto lungo 478 chilometri.

Il gasdotto sarà utile per il trasferimento di gas tra Podisor e Recas, così come per la costruzione di tre centrali di compressione a Podisor, Bibesti e Jupa.

La nuova infrastruttura avrà un’impatto notevole sul tasso di occupazione: creerà tra i 4.000 e i 5.000 posti di lavoro. Ma nonbrua solo: rappresenta una prima entrata in scena della costruzione del gasdotto Brua, che collegherà Bulgaria, Romania, Ungheria e Austria. Il progetto diventa, così, strategico, poiché “consentirà di eliminare la dipendenza dei Paesi dell’Europa sudorientale da un singolo fornitore di gas, migliorando la sicurezza dell’approvvigionamento di questi Paesi, aprendo l’accesso a un gas potenzialmente più economico e garantendo una migliore convergenza dei prezzi e una trasparenza, riducendo così la vulnerabilità dei consumatori” asserisce il vicepresidente della Bei, Andrew McDowell.

”Il contratto di finanziamento siglato da Transgaz firmato con la Banca europea per gli investimenti, indica il nostro impegno e la fiducia che la Bei ha nella nostra capacità di completare con successo questo importante progetto per lo sviluppo del gasdotto”  ha concluso Ion Sterian, il direttore generale di SNTGN Transgaz SA.

 

 

Giovanni Malaspina

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>