Territori

Il gas russo alla conquista del Pakistan

Entro l’anno potrebbero partire i lavori per un nuovo gasdotto frutto di un accordo intergovernativo stipulato nell’ottobre del 2015

Entro il 2018 potrebbero partire i lavori per la realizzazione del nuovo gasdotto Nord-Sud in Pakistan. L’opera, costruita dalla russa Rostec, è frutto di un accordo intergovernativo stipulato nell’ottobre del 2015.

ANCORA NESSUN ACCORDO TRA RUSSIA-PAKISTAN SULLE TARIFFE DI TRANSITO

Il condotto dovrebbe avere una capacità di 12,4 miliardi di metri cubi di gas ma potrebbe essere ritardato di un anno a causa della mancanza di accordi sulle tariffe di transito. L’eventualità è stata ventilata da Viktor Kladov, direttore per la cooperazione internazionale e la politica regionale della Rostec Corporation, secondo quanto riporta la Tass. “Abbiamo ancora in programma di avviare la costruzione del gasdotto Nord-Sud nel 2018. Tuttavia, tale data potrebbe essere rinviata in quanto i negoziati sulle tariffe di transito non si sono ancora conclusi. La nostra posizione è chiara: le tariffe devono garantire il ritorno sugli investimenti. Non sono ancora stati raggiunti accordi in merito”, ha dichiarato Kladov.

UN GASDOTTO DI 1.100 KM AFFIDATO ALLA RT-GLOBAL RESOURCES

Come accennato, Russia e Pakistan avevano siglato l’accordo intergovernativo per la costruzione del gasdotto nord-sud nell’ottobre 2015. Il gasdotto, lungo 1.100 km secondo i progetti, dovrebbe collegare i terminali di gas naturale liquefatto (Gnl) del porto di Karachi, nel sud del Pakistan, con la città di Lahore, nel nord del paese. La realizzazione dell’opera sarebbe affidata alla RT-Global Resources, la filiale pakistana della Rostec. Inizialmente la messa in servizio della condotta era stata prevista per il 2018, ma il periodo di attuazione del progetto è stato più volte posticipato a causa di disaccordi tra Rostec e il governo pakistano sulla questione delle tariffe di transito del gas. Nel settembre 2017, Yuri Sentyurin, allora viceministro russo dell’Energia e ora a capo del Forum dei paesi esportatori di gas, aveva dichiarato che la realizzazione dell’impianto sarebbe partita quest’anno. Nel novembre 2017, il ministro russo dell’Industria e del Commercio Denis Manturov aveva espresso l’auspicio di un accordo tra Russia e Pakistan sulle tariffe di transito entro la fine dell’anno.