Scenari

Cosa dice il ministero Gb dell’energia sul Corridoio meridionale del gas

La prima tappa di apertura del Corridoio meridionale del gas (SGC), lungo 2000 km, dalle coste del Mar Caspio azerbaigiano a Eskisheher in Turchia, avrà luogo il 29 maggio con una cerimonia a Baku

Il progetto del Corridoio meridionale del gas, che prevede il trasporto del gas dell’Azerbaigian verso l’Europa, costituirà una risorsa per l’innovazione energetica in tutta Europa. È quanto ha affermato il ministero britannico per il Business, l’energia e la strategia industriale (Beis) secondo l’agenzia di stampa “Trend”.

gasdottoSICUREZZA ENERGETICA PRIORITÀ CHIAVE PER REGNO UNITO E UE

“La sicurezza energetica è una priorità chiave per il Regno Unito e continueremo a sostenere progetti per rafforzare e diversificare il mercato europeo, compreso il Corridoio meridionale del gas – ha dichiarato la Beis -. Crediamo che questo gasdotto possa essere una risorsa non solo per la sicurezza del gas in Europa, ma anche per l’innovazione energetica in tutta la regione”.

GLI APPROVVIGIONAMENTI ARRIVERANNO DA SHAH DENIZ 2

Il Corridoio meridionale del gas, del valore di oltre 40 miliardi di dollari, è considerato uno dei progetti energetici prioritari per l’Ue, che si sforza di diversificare le fonti di approvvigionamento. Il progetto prevede il trasporto di combustibile dalla regione del Mar Caspio ai paesi europei attraverso Georgia e Turchia. In una prima fase, il gas prodotto dalla fase 2 dello sviluppo del giacimento azero di Shah Deniz è considerato la fonte principale di approvvigionamento per l’infrastruttura ma altre fonti potrebbero collegarsi al progetto in un secondo momento.

CERIMONIA DI ARRIVO DEL GAS IN TURCHIA IL 29 MAGGIO

Il gas di Shah Deniz 2 sarà esportato in Turchia nel 2018 e nei mercati europei nel 2020, ampliando il gasdotto del Caucaso meridionale e con la costruzione del Trans-Anatolian pipeline (Tanap) e del Trans Adriatic Pipeline (Tap). La prima tappa di apertura del Corridoio meridionale del gas (SGC), lungo 2000 km, dalle coste del Mar Caspio azerbaigiano a Eskisheher in Turchia, avrà luogo il 29 maggio con una cerimonia a Baku. Alla cerimonia parteciperanno le delegazioni statali e governative dei paesi che riceveranno il gas, nonché i capi delle aziende coinvolte in questo progetto.