Territori

Gas, come A2A ha sventato a Milano l’attacco di F2i

gas

Numeri e dettagli della gara sulla distribuzione del gas a Milano vinta da A2A

 

Sarà ancora A2A il gestore della distribuzione gas a Milano. La multiutility lombarda, infatti, ha battuto 2i Rete Gas, controllata da F2i e partecipata dal fondo Ardian, nella gara di aggiudicazione avviata oramai un anno fa (ci sono volute quasi 30 sedute della Commissione del Comune chiamata a esprimersi sul dossier): l’azienda, in particolare, ha superato 2i Rete Gas di quasi cinque punti sul fronte dell’offerta tecnica mentre l’altra ‘gamba’ della proposta presentata al Comune di Milano, quella prettamente economica, avrebbe registrato un sostanziale pareggio tra i due operatori.

LA PIU’ IMPORTANTE GARA DEL GAS

Quella che è riuscita ad aggiudicarsi A2A non è certo una gara qualunque, ma la più importante (dal punto di vista economico) gara gas d’Italia, con un valore del contratto pari a 1,3 miliardi di euro circa spalmato su 12 anni e circa 839mila utenti finali.

QUANTO VALE LA GARA PER A2A

A2a sarà gestore dell’ambito territoriale (Atem) di Milano 1, che include il capoluogo lombardo e altri sei comuni dell’hinterland (Baranzate, Bollate, Cinisello Balsamo, Corsico, Novate Milanese e Sesto San Giovanni).  Tutto questo dovrebbe portare nelle casse di A2A circa 70 milioni di euro (Mol annuo e già computati a livello di piano industriale per i prossimi anni),  mentre se fosse stata sconfitta, come scrive il Sole24Ore,  A2A avrebbe ricevuto un indennizzo stimato attorno a 700 milioni di euro.

NON E’ ANCORA FINITA

Attenzione, la notizia dell’aggiudicazione della gara arriva dal Comune di Milano, azionista di maggioranza di A2A assieme al Comune di Brescia, ma l’aggiudicazione ufficiale arriverà solo tra un mese.

PRIMA GARA DI PESO IN ITALIA

Quella di Milano rappresenta la prima gara gas di questo genere ed importanza che viene aggiudicata a fronte di un processo che a livello nazionale, causa burocrazia e ricorsi di ogni tipo, procede a rilento. E proprio per accelerare questo processo tutti i big del settore stanno cercando di tenere il passo con i rispettivi piani industriali ricorrendo all’M&A.