Territori

Georgia, ultima speranza per il nucleare USA

nucleare

Lo stato della Georgia ha approvato la continuazione della costruzione di due reattori, l’unico progetto in corso negli Stati Uniti per il settore nucleare, molto colpito dalla concorrenza del gas

 

Contrariamente alle aspettative, le autorità georgiane hanno dato la loro autorizzazione per la costruzione di due nuovi reattori presso la stazione di generazione Vogtle, vicino ad Augusta. La Commissione dei servizi pubblici della Georgia, che regola l’energia e il trasporto dello Stato del Sud, ha votato all’unanimità fissando un limite di costo.

Georgia

Le spese e il ritardo nella costruzione sono effettivamente aumentate in modo significativo dal momento del lancio del progetto, deciso da dieci anni durante quella che sembrava essere la rinascita del nucleare americano. In totale il budget si aggirerebbe intorno agli oltre 25 miliardi di dollari, rispetto ai 14 miliardi inizialmente previsti, per un progetto che in origine doveva essere consegnato quest’anno ma lo sarà tra novembre 2021 e novembre 2022.

Il progetto è stato ulteriormente ritardato dalla bancarotta di Westinghouse di quest’anno: la filiale della giapponese Toshiba avrebbe dovuto guidare il cantiere, ruolo occupato poi da Georgia Power, del Southern Group, uno dei più importanti distributori di energia degli Stati Uniti, che attualmente detiene il 46% del sito mentre il restante appartiene ad altri partner tra cui spiccano Oglethorpe Power, Dalton Utilities e Georgia Enti Pubblici.

Dopo il fallimento di Westinghouse, i vari partner si sono assicurati ulteriori $12 miliardi dollari, compreso il pagamento di un’ammenda di 3,7 miliardi da Toshiba. Southern aveva presentato un nuovo piano che è stato adottato, ma con alcuni vincoli per il gruppo, che ha dovuto accettare di vedere diminuiti gli utili futuri generati dalla produzione di energia elettrica. “Faremo tutto il possibile per completare questo progetto“, ha detto l’avvocato di Southern, Kevin Greene.

GeorgiaVogtle è ora l’unico progetto di reattore nucleare negli Stati Uniti. Questa estate, Carolina del Sud, vicino alla Georgia, aveva deciso di fermare la costruzione di altri due reattori, poiché i costi erano raddoppiati rispetto alle previsioni iniziali. È anche il primo progetto nucleare dagli anni ’70.
Dopo alcuni tentativi negli anni 2000 di far rivivere il settore, il calo dei prezzi del gas ha reso questa fonte di energia meno attraente. Il presidente Donald Trump preferisce scommettere sul carbone, che sta tentando di rianimare.

 

Giovanni Malaspina