Efficienza energetica e innovazione

Giappone: il fotovoltaico flessibile è sempre più efficiente

giappone

Le celle solari a film sottile realizzate in CIS portano innovazione nel campo del fotovoltaico flessibile in Giappone

 

 

Un team di ricercatori giapponesi di Solar Fronties ha portato al massimo il livello di efficienza delle celle solari a film sottile realizzate in CIS – materiale noto al mondo del solare, acronimo di Copper Induem Selenide cioè diseleniuro di rame indio – portando innovazione nel campo del fotovoltaico flessibile. Questa tecnologia offre una valida alternativa al tradizionale pannello al silicio, nei luoghi in cui le condizioni di irraggiamento non siano sempre ottimali.

giapponeSfortunatamente, quando si parla di efficienza di conversione, non può essere ignorato il gap tra fotovoltaico tradizionale e fotovoltaico flessibile. Il produttore giapponese Solar Fronties si sta impegnando da molto tempo proprio per eliminare questa differenza. L’ultimo progresso raggiunto dai suoi scienziati – ottenuto anche grazie alla collaborazione con l’Organizzazione nazionale per lo sviluppo delle nuove tecnologie energetiche e industriali (NEDO) del Giappone – porta le celle solari in CIS a un nuovo traguardo mondiale: un 22,9% d’efficienza registrato per una cella da un centimetro quadrato.

Il risultato riscontrato presenta un record a livello mondiale per questa tecnologia, confermato in maniera indipendente dall’istituto nazionale di scienza e tecnologia industriali avanzate (AIST). Solar Fronties toglie il primato del 22,6% d’efficienza al Centro tedesco per l’energia solare e la ricerca sull’idrogeno Baden –Württemberg.