Efficienza energetica e innovazione

Italia: arriva il Fondo Efficienza Energetica

efficienza energetica

Dopo tre anni, arriva il Fondo Efficienza Energetica che finanzierà tutti i vari interventi previsti per aumentare l’efficienza delle fonti energetiche

 

Il decreto per il Fondo Efficienza Energetica, con cui lo Stato italiano finanzierà gli interventi di efficienza energetica, ha ottenuto il via libera delle Regioni, con le dovute condizione di transizione per l’integrazione agli ordinamenti regionali del nuovo emendamento.

In particolare, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, chiede sia riformato l’articolo 7 comma 3, riguardante i sussidi per gli impianti di riscaldamento a biomasse: “Nelle Regioni e Province che hanno sottoscritto l’Accordo di programma per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano del 9 giugno 2017, gli incentivi di cui al comma 1, lettera a), punto ii possono riguardare gli impianti alimentati da biomassa legnosa se i generatori di calore sono classificati quattro o cinque stelle ai sensi dell’Accordo e delle delibere regionali attuative, laddove più restrittivi rispetto ai valori limite stabiliti dal D.lgs. 152/2006 e s.m.i. per i diversi inquinanti”.

Secondo l’articolo FITE 7 comma 3, si alzerebbero i vincoli nelle quattro regioni in cui la qualità dell’aria è più a rischio e cioè Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto, che hanno già attivato il Piano aria integrato regionale  (Pair2020) e fanno parte dell’accordo di Bacino Padano. Proprio questo appena citato, prevede il divieto di utilizzo di stufe a biomassa legnosa aventi prestazioni emissive inferiori alla classe 3 stelle, in presenza di impianti alternativi.

In pratica, il Fondo Efficienza Energetica si allineerebbe alle disposizioni regionali per la lotta allo smog, permettendo una transizione più agevole. Il Fondo, infatti, dovrebbe avere una dotazione di 70 milioni di euro l’anno fino al 2020, da utilizzare per i finanziamenti a tasso agevolato e per garanzie sui finanziamenti dei progetti di efficienza energetica fino all’80% dei prestiti erogati dalle banche.

L’Energy Strategy Group del Politecnico di Milano ha stimato che il Fondo potrà contribuire per il 30% a raggiungere gli obiettivi della SEN 2030.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>