Short News

La rete di Acea al servizio della banda ultra larga di Open Fiber

rete

Firmato l’accordo per l’implementazione della rete romana di ACEA con la banda ultra larga di Open Fiber , che rivoluzionerà la capacità digitale delle utenze domestiche, aziende e Pubblica Amministrazione

 

L’Amministratore Delegato di ACEA, Stefano Donnarumma, ed Elisabetta Ripa, Amministratore Delegato di Open Fiber, a seguito del Memorandum of Understanding firmato il 3 agosto scorso, hanno siglato oggi un’intesa che definisce termini e condizioni del complessivo accordo industriale per lo sviluppo di una rete di comunicazione a banda ultra larga nella città di Roma con un investimento complessivo di circa 375 milioni di euro.

reteIl progetto – che occuperà dalle 1.000 alle 1.500 persone nell’arco di piano – prevede l’implementazione delle infrastrutture di ACEA già presenti sul territorio da parte di Open Fiber, andando così a minimizzare l’impatto dei lavori in città, al fine della creazione di una rete che sarà utile per una serie di servizi nel campo della cultura, della sanità, del sociale e dello sviluppo delle imprese e della Pubblica Amministrazione, anche attraverso la realizzazione di nuove applicazioni per le TLC e il telecontrollo delle reti elettriche, e idriche.

Il piano complessivo di Open Fiber consentirà ai cittadini l’utilizzo di una velocità di connessione pari a 1 Gigabit al secondo, che rivoluzionerà la capacità digitale non solo delle utenze domestiche ma anche delle aziende e della Pubblica Amministrazione e coinvolgerà circa 1,2 milioni di unità immobiliari. Grazie alla tecnologia Fiber To The Home (FTTH – fibra fino a casa), Open Fiber garantirà una qualità di connessione non raggiungibile con le tecnologie attualmente in uso.

“Con questo accordo Acea entra in una nuova dimensione che proietterà la città di Roma verso la realizzazione concreta della cosiddetta “Smart City”. “- ha commentato Stefano Donnarumma, Amministratore Delegato di ACEA – “Sono anni importanti con tante opportunità da cogliere sul fronte dell’innovazione; noi non ci faremo trovare impreparati.”

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>