Sostenibilità

Le emissioni di carbonio tornano a crescere

carbonio

Secondo l’accordo di Parigi, il mondo dovrà raggiungere il livello net-zero emission intorno al 2050 tagliando le emissioni di carbonio con ogni mezzo

 

Tra il 2014 e il 2016, le emissioni globali di carbonio sono rimaste invariate. Nuove proiezioni suggeriscono che le emissioni nel 2017 potrebbero aumentare, vanificando la spinta al mantenimento di stabilità.

Secondo l’accordo di Parigi, il mondo ha bisogno di raggiungere il livello net-zero emission intorno al 2050, il che richiama la necessità di bruciare combustibili fossili o bruciare solo nel momento in cui è possibile rimediare alle emissioni. Qualora così non fosse, non saremo in grado di mantenere le temperature globali in aumento al si sotto dei 2 ° C rispetto ai livelli preindustriali entro la fine di questo secolo, una soglia oltre la quale i pericolosi cambiamenti climatici potrebbero essere irreversibili.

Le ultime stime sono state rilasciate durante i colloqui sul clima a Bonn dal Global Carbon Project. La tendenza delle emissioni sta invertendosi per una serie di motivi, quelle provenienti da India e Cina sono cresciute più velocemente rispetto alle previsioni e quelle degli Stati Uniti e dalcarboniol’Europa che non riescono a decrescere quanto ci si aspetta, ad esempio.

“Gli impegni globali presi a Parigi nel 2015 per ridurre le emissioni non sono ancora accompagnati da azioni“, afferma Glen Peters, direttore di ricerca presso CICERO, uno degli autori della nuova stima. “È troppo presto per affermare che abbiamo voltato pagina e iniziato il viaggio verso emissioni zero”.

A Bonn i paesi si erano incontrati per individuare modi migliori al fine di coordinare l’azione per il clima. In risposta all’intenzione di Donald Trump di ritirare gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi, la Siria e il Nicaragua – gli ultimi due paesi rimasti fuori – hanno accettato di aderire all’accordo. Un contingente di legislatori e filantropi statunitensi insiste nel dire che le intenzioni di Trump non riflettono quelle degli Stati Uniti nel loro complesso.

 

Giovanni Malaspina