Sostenibilità

Le energie rinnovabili costano sempre meno

irena

Pubblicato il nuovo report Irena: le energie rinnovabili costano sempre meno

 

Il costo della generazione eolica onshore è diminuito di circa un quarto dal 2010 mentre i costi dell’energia solare fotovoltaica sono in calo del 73%. Questo quanto riportato nella nuova analisi dei costi effettuata da parte dell’Agenzia Internazionale per le energie rinnovabili (IRENA). Il rapporto sottolinea anche che i costi del solare sono destinati a diminuire ulteriormente con un altro dimezzamento previsto entro il 2020.

Il rapporto di Irena è stato presentato durante l’assemblea di Abu Dhabi in cui 1.100 rappresentanti dei governi di 150 paesi si sono riuniti per fornire una guida strategica sul lavoro dell’Agenzia per i prossimi quattro anni e far sì che Irena svolga un ruolo chiave nella guida alla transizione energetica globale.

Diversi i punti toccati dal rapporto, tra cui la possibilità che entro il 2019 i migliori progetti fotovoltaici ed eolici produrranno elettricità al prezzo di 3 centesimi di dollaro/kWh o anche meno – l’attuale costo per la produzione irenadi energia tramite combustibili fossili è di circa 5-17 centesimi per kWh. Un’attenzione verso l’energia eolica, già disponibile al prezzo di qualsiasi altra fonte di energia: i costi medi ponderati globali negli ultimi 12 mesi per l’eolico ammontano ora a 6 centesimi di dollaro (-23% dal 2010) rendendola ora disponibile a 4 centesimi di USD per kWh.

Secondo le previsioni del rapporto, i costi per il fotovoltaico sono diminuiti del 73% dal 2010 a un LCOE (costo di produzione costante dell’energia sull’intera vita operativa dell’impianto) raggiungendo i 10 centesimi di dollaro/kWh, e dovrebbero ridursi ulteriormente entro il 2020. Abu Dhabi, Cile, Dubai, Messico, Perù e Arabia Saudita hanno registrato i costi più bassi per la produzione di energia solare, pari a circa 3 centesimi di euro in kWh, andando a creare un nuovo standard in questo settore.

“L’analisi di IRENA è azzeccata.” – dice Tim Buckley, il direttore di Energy Finance Studies di IEEFA – “Il punto di svolta è già stato raggiunto nelle energie rinnovabili in molti mercati per l’energia solare ed eolico onshore. Basta guardare i risultati ottenuti nel 2017 in Brasile, Cile, Messico, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e India con delle tariffe in calo del 50% negli ultimi due anni al fine di rendere le fonti rinnovabili le più economiche della fornitura elettrica del futuro. Il 2017 ha visto anche un calo nel costo dell’energia solare in Australia e nell’offshore di Germania e Regno Unito. La trasformazione del mercato dell’elettricità globale guidata dalla tecnologia e dalla finanza sta accelerando inarrestabile.”

 

Giovanni Malaspina