Territori

Cosa si dirà domani al vertice tra Israele-Cipro-Grecia a Nicosia

east med

Dall’incontro potrebbero venire fuori notizie interessanti per l’Italia e l’Europa nel settore gas

È previsto per domani a Nicosia il quarto incontro tra i leader israeliani, ciprioti e greci per verificare la fattibilità o meno di un gasdotto congiunto per l’esportazione di combustibile verso l’Italia e l’Europa più in generale. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha annunciato la sua partecipazione nel corso dell’apertura dei lavori della riunione del gabinetto di governo di ieri sottolineando come “l’esportazione di gas israeliano verso l’Europa occidentale potrebbe dare un contributo molto significativo all’economia israeliana”.

SUL TAVOLO DELL’INCONTRO ANCHE IL PROBLEMA DEL GIACIMENTO AFRODITE

Netanyahu sarà accompagnato da diversi ministri e funzionari di alto livello durante il vertice trilaterale. Tra i temi all’ordine del giorno figurano oltre all’energia, anche il commercio e gli investimenti, le telecomunicazioni e la prevenzione dell’inquinamento marino. Si prevede la firma di una serie di accordi bilaterali e trilaterali, che rafforzeranno la cooperazione in corso in settori specifici. Sul tavolo anche il giacimento Afrodite. La settimana scorsa il ministro israeliano dell’Energia Yuval Steinitz aveva annunciato che Israele e Cipro si sarebbero rivolte a un negoziatore internazionale per risolvere i contrasti sulla ripartizioni delle riserve del giacimento situato all’interno dei confini marittimi di entrambi i paesi. La società israeliana che ha diritti sul vicino giacimento di Yishai ritiene, infatti, che lo sfruttamento di Afrodite porterà via anche il gas di proprietà di Israele. Il ministro dell’Energia George Lakkotrypis ha recentemente dichiarato che Cipro e Israele hanno accettato di procedere all’arbitrato, qualora non si raggiunga un accordo tra le società che rivendicano i diritti sul giacimento.

AMBASCIATORE ISRAELIANO: COOPERAZIONE È ESSENZIALE SU SFRUTTAMENTO RISERVE COMUNI DI GAS

Anche l’ambasciatore israeliano presso Cipro Shmuel Revel ha ammesso che la cooperazione è essenziale per lo sfruttamento e lo sviluppo di riserve di gas comuni, in un’intervista all’agenzia di stampa di Cipro, aggiungendo che i due paesi stanno avendo un dialogo trasparente e produttivo sul giacimento conteso. L’Ambasciatore ha detto di aspettarsi progressi anche sul gasdotto EastMed nel vertice di domani ribadendo il rispetto del suo paese per i diritti di Cipro nelle sue zone marittime. “Abbiamo un dialogo molto trasparente e produttivo con il governo di Cipro e sono convinto che questo porterà a risultati positivi – ha detto l’ambasciatore Revel -. Riteniamo che la cooperazione sia essenziale per lo sfruttamento e lo sviluppo delle nostre riserve comuni di gas”.