Energie del futuro

Opec alla ricerca di nuovi alleati per tagli petrolio

Opec

L’Opec avrebbe invitato altri 20 Paesi alla riunione che si terrà il 30 novembre a Vienna per decidere su ulteriori tagli del petrolio

 

Pensare a nuovi tagli, per stabilizzare il mercato. E‘ questo l’obiettivo principale dell’Opec, che in questi giorni prova a reclutare nuovi alleati. Secondo indiscrezioni di Bloomberg, il cartello intende allargare la coalizione e ha chiamato all’appello anche altri venti Paesi al vertice del 30 novembre, che si terrà a Vienna.

Norvegia petrolioSe alcuni sembrano avere intenzione di accettare, altri invece hanno già detto che non ci saranno.
Il Brasile, che sembrava inizialmente propenso almeno ad essere un osservatore a Vienna, non ha dato la sua disponibilità. Ma anche Norvegia, Egitto, Colombia, Camerun e Niger hanno declinato l’invito.

Ad esserci, invece, saranno Chad, Turkmenistan e Uzbekistan. Ad aver ricevuto l’invito per il vertice del 30 novembre sui tagli alla produzione di petrolio sono anche Argentina, Benin, Bolivia, Congo, Repubblica democratica del Congo, Costa d’Avorio, Ghana, l’ex-Opec Indonesia, Mauritania, Sudafrica e Tajikistan.

Per non deludere i mercati, infatti, l’Opec non può rischiare: serve un accordo che proroghi i tagli almeno fino alla fine del 2018.
Ci si chiede, nel frattempo, quale sia la posizione della Russia. C’è stato un nuovo incontro tra il ministro Alexander Novak e le compagnie locali, durante il quale secondo l’agenzia Tass si è parlato di una proroga di sei mesi, e non di nove come vorrebbe Riad.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>