Rinnovabili, calano gli investimenti ma anche i costi

Con la Brexit in vista, l’Unione europea è pronta a finanziare una serie di progetti infrastrutturali energetici prioritari per garantire un migliore approvvigionamento e una migliore integrazione con le fonti pulite   L’Europa ha investito, nel complesso, 60 miliardi di dollari in rinnovabili nel 2016, soprattutto per l’energia eolica (42 miliardi di dollari) e l’energia solare (10 miliardi di dollari). Nonostante ciò è in atto un rallentamento globale dei finanziamenti alle fonti verdi. Gli investimenti nelle rinnovabili rallentano Secondo il

India, picco della domanda di carbone in 10 anni

Uno rapporto dell’Institute for Energy Economics and Financial Analysis prevede che l’India raggiungerà il picco di domanda di carbone entro i prossimi 10 anni   L’India raggiungerà il picco di domanda di carbone entro un decennio aiutando il mondo a raggiungere gli obiettivi sul clima di Parigi, ma allo stesso tempo creando un problema per le maggiori compagnie minerarie del paese. Un rapporto dell‘Institute for Energy Economics and Financial Analysis mostra che la crescita della domanda di carbone in una delle economie in

Norvegia: industria petrolifera in possibile ripresa

L’industria petrolifera norvegese mostra segni di vita dopo la notizia shock del ritiro degli investimenti del Fondo Sovrano nel settore Oil&Gas   Una settimana dopo la dichiarazione del Fondo Sovrano del Tesoro norvegese (che vanta 1 trilione di dollari) di voler uscire dagli investimenti in petrolio e gas, alcuni movimenti suggeriscono che in verità il mercato del Paese, nel settore, è ancora vivo. E che, come ipotizza Bloomberg, la Norvegia non avrebbe ancora intenzione di rinunciare agli investimenti nel greggio. Le

Exxon Mobil sceglie la sostenibilità

L’azienda Exxon Mobil si unirà ai big del settore petrolifero che hanno deciso di attenersi ai target di sostenibilità dell’accordo sul clima   Exxon Mobil si unirà ai sette big del settore petrolifero, in cui sono già compresi Royal Dutch Shell e BP, nello sforzo per tagliare emissioni derivanti dalla produzione di gas naturale, dai trasporti e dai consumi. Questo è quanto riporta il Wall Street Journal. I rappresentanti del settore energetico hanno deciso di rispondere con un progetto comune

Eolico in Messico: Enel vince la terza gara pubblica

Il Gruppo Enel, in Messico, si aggiudicato il diritto di stipula di nuovi contratti per la fornitura di energia e certificati verdi per quattro impianti eolici   Enel, si è aggiudicata il diritto di stipulare contratti in Messico relativi alla fornitura di energia e certificati verdi da quattro impianti eolici con capacità complessiva di 593 MW tramite la sua controllata per le rinnovabili Enel Rinnovabili, facendo seguito all’esito della terza gara pubblica di lungo termine lanciata dall’avvio della riforma energetica

L’eccesso di gas può fermare il boom dello shale oil Usa?

Per ora l’eccesso di offerta non sta producendo il temuto crollo del mercato. Secondo un recente rapporto della Columbia University questo sarebbe dovuto a una dozzina di paesi relativamente piccoli che sono spuntati all’orizzonte come consumatori di Gnl, liberando il mercato dall’eccesso di offerta   Il Texas occidentale sta vivendo un grande rilancio grazie all’industria dello shale oil. Il bacino Permiano si è rivelato particolarmente ricco di petrolio che tuttavia sta portando con sé problemi del tutto inaspettati causati dall’eccesso

Opec alla ricerca di nuovi alleati per tagli petrolio

L’Opec avrebbe invitato altri 20 Paesi alla riunione che si terrà il 30 novembre a Vienna per decidere su ulteriori tagli del petrolio   Pensare a nuovi tagli, per stabilizzare il mercato. E‘ questo l’obiettivo principale dell’Opec, che in questi giorni prova a reclutare nuovi alleati. Secondo indiscrezioni di Bloomberg, il cartello intende allargare la coalizione e ha chiamato all’appello anche altri venti Paesi al vertice del 30 novembre, che si terrà a Vienna. Se alcuni sembrano avere intenzione di