Territori

Power of Siberia quasi completato

Uno dei gasdotti più lunghi del mondo, creato per trasportare il gas naturale dalla Russia alla Cina, è terminato al 93%

Il 93% del gasdotto Power of Siberia che collegherà le riserve di gas russo alla Cina è completo. Secondo il colosso energetico Gazprom, 119 pozzi di gas sono già operativi nel campo di Chayandinskoye a Yakutia. Anche le principali attrezzature tecnologiche sono in fase di installazione. Mentre più di 2.000 km di tubazioni sono stati saldati e posati al confine russo-cinese. La costruzione dell’attraversamento sottomarino a due linee del fiume Amur, infine, è completa al 78 per cento.

LE PRIME FORNITURE A PARTIRE DA FINE 2019

Il gasdotto Power of Siberia, chiamato anche “Eastern Route“, è uno dei principali progetti tra Russia e Cina. Il gasdotto potrebbe aiutare la Russia a diventare uno dei principali fornitori cinesi di gas naturale con l’aumento della domanda nel paese. L’opera di circa 3.000 km sarà più lunga della distanza tra Mosca e Londra. Le consegne dovrebbero iniziare alla fine del 2019.

L’INTESA TRA RUSSIA E CINA HA RICHIESTO OLTRE UN DECENNIO DI NEGOZIATI

L’accordo sulla “rotta orientale” ha richiesto più di un decennio di negoziati. Lo scorso luglio, Gazprom e China National Petroleum Corporation (CNPC) hanno firmato un accordo per avviare le consegne di gas sulla nuova rotta. Nel maggio 2014, le due società avevano siglato, invece, il accordo quadro trentennale da 400 miliardi di dollari per consegnare ogni anno 38 miliardi di metri cubi di gas russo alla Cina. Nel 2017, Gazprom ha investito 2,3 miliardi di dollari nel progetto e quest’anno prevede di investirne altri 3,2.