Sostenibilità

Le rinnovabili sono un investimento più sicuro del nucleare

rinnovabili

La Commissione Nazionale per le Infrastrutture ha proposto al Governo britannico di raffreddare il programma sul nucleare, per puntare sulle rinnovabili


Il Regno Unito scommette sulle rinnovabili. Questo, almeno è quello che consiglia, dopo anni di lunghi ed importanti studi,la Commissione Nazionale per le Infrastrutture lanciata nel 2015 dal deputato conservatore George Osborne: secondo gli esperti, le energie rinnovabili hanno un costo pari a quello del nucleare, ma sono molto più sicure di questo.

Ed è per questo che la Commissione propone al Governo di fermare (o almeno rallentare) il programma nucleare che prevede la costruzione di sei nuovi impianti. Basterà la costruzione di un nuovo impianto per soddisfare le esigenze della Gran Bretagna, tutto il resto del fabbisogno energetico potrebbe e dovrebbe arrivare dalle rinnovabili (, entro il 2030 almeno il 50% dell’energia potrebbe essere rinnovabile).

“Stiamo suggerendo che non è necessario correre avanti con il nucleare, perché nei prossimi 10 anni dovremmo avere molte più certezze sulle opportunità offerte dalle energie rinnovabili”, ha spiegato il presidente della Commissione Nazionale per le Infrastrutture, John Armitt. “Una cosa che abbiamo imparato tutti è che questi grandi programmi nucleari possono essere molto impegnativi, abbastanza rischiosi e in una certa misura gravosi per il bilancio pubblico”.