Sostenibilità

Cina e India i leader nell’espansione globale dell’energia solare

Il costo unitario dell’elettricità nel corso della vita di un asset di generazione rinnovabile è sceso del 15% a 86 dollari megawattora. 

Sono India e Cina i paesi che stanno guidando la rapida espansione su scala globale dell’energia solare, concomitante al calo dei costi di costruzione dei nuovi progetti. È quanto sottolinea un’analisi dell’Istituto per l’Economia dell’Energia e l’Analisi Finanziaria (Ieefa).

I PRIMI SEI POSTI DEI PIÙ GRANDI PROGETTI DI ENERGIA SOLARE SU SCALA MONDIALE SONO DOMINIO CINA-INDIA

fotovoltaico“L’energia solare sta assumendo un ruolo sempre più importante nel guidare la trasformazione in atto dei mercati mondiali della generazione di energia elettrica, insieme ai vantaggi in termini di stoccaggio, energia eolica, energia idroelettrica ed efficienza energetica”, ha sottolinea lo Ieefa nel rapporto. Secondo l’istituto, i più grandi progetti di energia solare su scala mondiale si concentrano in Cina e in India: al primo posto c’è il Tengger Desert solar park in costruzione in Cina per 1547 MW, al secondo il Kurnool Ultra Mega Solar Park in corso di realizzazione in India per complessivi 1000 MW. Dal terzo al quinto posto è un dominio cinese con il Datong Solar Power Top Runner Base (1000 MW), lo Yanchi Ningxia Solar Park (1000 MW) e il Longyangxia Dam Solar Park (850 MW). Al sesto ancora l’India con l’Adani Kamuthi Solar Plant (648 MW).

CINA +31% DI NUOVA CAPACITÀ SOLARE L’ANNO SCORSO: COSTI UNITARIA GENERAZIONE -15%

La Cina ha aggiunto 53 gigawatt dei 98 gigawatt di nuova capacità solare costruita l’anno scorso, con un aumento del 31 per cento rispetto al totale 2016, ha ammesso l’Ieefa, citando i dati di Bloomberg New Energy Finance. Nel frattempo, il costo unitario dell’elettricità nel corso della vita di un asset di generazione è sceso del 15% su anno, a 86 dollari megawattora.