Territori

Sonatrach punta a petrolio e gas iracheno

Sonatrach

Secondo le consultazioni avvenute in questi giorni, la società algerina Sonatrach sfrutterà il petrolio e il gas naturale proveniente dall’Iraq

 

SonatrachSonatrach sfrutterà e trasformerà il petrolio e il gas naturale iracheno. L’annuncio è stato dato dal ministro iracheno del Petrolio, Asem Jihad, in occasione della visita a Bagdad di Mustapha Guitouni, ministro algerino del petrolio.

Al centro dei colloqui di Guitouni c’è lo sviluppo delle relazioni bilaterali tra le due nazioni, in particolar modo nel settore petrolifero. La delegazione algerina firmerà accordi con compagnie irachene per attuare progetti specifici di esplorazione e trasformazione del petrolio e del gas. Per queste ragioni, il ministro del paese del nordafrica è stato anche ricevuto dal presidente della Camera dei rappresentanti irachena, Salim al Jubouri.

L’Algeria, membro dell’Opec, è uno dei principali fornitori di gas dell’Europa. Questo accordo con l’Iraq potrebbe rafforzare notevolmente in modo ulteriore la sua posizione sui mercati internazionali. L’Iraq, invece, è secondo produttore mondiale di petrolio tra i paesi Opec, fa subito seguito all’Arabia Saudita, con una produzione giornaliera di 4,4 milioni di barili.