Scenari

Turchia: Aziende (anche energetiche) in fuga. Ecco perché

Il fornitore di gas naturale tedesco Ewe è l’ultimo in ordine di tempo a decidere di ritirarsi. Si allunga l’elenco delle aziende straniere che hanno deciso di chiudere le loro attività in Turchia. L’ultima in ordine di tempo è il fornitore di gas naturale tedesco Ewe AG una delle maggiori aziende teutoniche del settore che ha annunciato la vendita delle azioni di Bursagaz e Kayserigaz attive nel settore energetico locale. L’azienda ha raggiunto un accordo con la Barclay’s per fungere

Read More...

Scenari

Che succede tra Europa e Turchia sul gas di Cipro

C’è attesa per il vertice di Varna in Bulgaria tra Bruxelles e Ankara del 26 marzo dove si auspica un faccia a faccia costruttivo e risolutivo sulla questione

Read More...

Scenari

Perché Ankara indugia con Gazprom sul Turkish Stream

La Turchia frustrata dalle scoperte di gas dei vicini rischia di provocare tensioni nell’area. Il blocco della Saipem 12000 prolungato fino al 10 marzo. Tutte le ultime novità da Ankara nell’approfondimento di Sebastiano Torrini per Energia Oltre

Read More...

Territori

Perché con la nave Eni bloccata dalla Turchia si rischia una crisi diplomatica su Saipem 12000

A cosa mira la Turchia e qual è la posizione dell’Europa nei confronti del piano di Ankara di diventare il nuovo hub del gas del Mediterraneo

Read More...

Scenari

Turchia stretta nella morsa russa cerca nuove vie di rifornimento gas

La Turchia mira non solo ad aumentare la sicurezza energetica ma anche ad ottenere il potere di determinare i prezzi e a trarre profitto dal trasformazione del paese in un hub commerciale dell’intera regione   La geografia ha dotato la Turchia di una grande importanza strategica, situata al crocevia tra Europa, Asia e mondo arabo, ma è stata meno generosa con le risorse naturali. Per soddisfare i suoi bisogni energetici Ankara fa affidamento, infatti, sulle importazioni per quasi i tre

Read More...