Scenari

Perché il Mediterraneo Orientale è l’ago della bilancia della politica energetica Ue

Come mai l’Europa è ai margini del grande risiko del gas stretta tra la morsa russa e dei paesi emergenti della sponda est del Mare Nostrum I giacimenti di gas del Mediterraneo orientale si candidano a essere sempre più ago della bilancia della politica energetica europea. A scapito della Russia e della sua eccessiva predominanza nelle forniture al Vecchio Continente. L’ultimo paese che sta cercando di allentare la morsa da Mosca è la Bulgaria. Il ministro bulgaro dell’Energia Temenuzhka Petkova

Read More...

Territori

Gas, chi ha firmato l’accordo per i giacimenti di Tamar e Leviathan

La Israel Chemicals Ltd ha firmato due accordi con Noble Energy e la israeliana Delek Group per la fornitura di gas in attesa che diventino operativi i giacimenti di Karish e Tanin. Tutti i dettagli nell’articolo di Energia Oltre

Read More...

Scenari

Perché Ankara indugia con Gazprom sul Turkish Stream

La Turchia frustrata dalle scoperte di gas dei vicini rischia di provocare tensioni nell’area. Il blocco della Saipem 12000 prolungato fino al 10 marzo. Tutte le ultime novità da Ankara nell’approfondimento di Sebastiano Torrini per Energia Oltre

Read More...

Territori

Come e perché Egitto e Israele brindano all’intesa sul gas

Si profila un nuovo corso per i rapporti tra i due Paesi dopo le tensioni degli anni precedenti. L’articolo sull’accordo che lega Israele ed Egitto

Read More...

Energie del futuro

La Israel Natural Gas Lines potrebbe partecipare a costruzione gasdotto verso l’Italia

Il piano prevede che il gasdotto trasporti combustibile da Israele all’Italia attraverso Cipro e la Grecia entro il 2025 “Si sta valutando la possibilità di far partecipare la Israel Natural Gas Lines Company alla costruzione di un gasdotto per l’esportazione del gas in Europa”. È quanto ha dichiarato il ministro delle infrastrutture, dell’energia e delle risorse idriche israeliane Yuval Steinitz, durante la direzione e il consiglio di amministrazione della società, guidato dal presidente Eitan Padan. “Il progetto di esportazione del

Read More...

Energie del futuro

È il Mediterraneo orientale il nuovo Eldorado del gas

Dopo la scoperta di Zohr in Egitto e di Leviathan in Israele, anche Cipro, Libano e Turchia sono pronti a correre la corsa ad accaparrarsi nuovi giacimenti di gas nelle acque mediterranee. Ma non tutti con la stessa fortuna Quando il mese scorso il gas è cominciato a fuoriuscire dal giacimento di Zohr, è iniziata una nuova era di indipendenza energetica per l’Egitto ma anche per il Mediterraneo orientale. Claudio Descalzi, l’amministratore delegato di Eni alla guida del progetto egiziano

Read More...

Scenari

Gas: da sola l’Europa non basta, servono gasdotti e Gnl

È quanto emerge dall’analisi dei volumi di combustibile realizzata dalla società internazionale di consulenza Wood Mackenzie. Il Vecchio Continente dispone di circa 5.100 miliardi di metri cubi di risorse ancora disponibili, abbastanza da soddisfare circa la metà della propria domanda di gas per altri 25 anni. Intanto nel Mediterraneo orientale si aprono scenari difficili Con 5.100 miliardi di metri cubi di risorse ancora disponibili, l’Europa ha abbastanza gas naturale da soddisfare circa la metà della propria domanda per altri 25

Read More...