Scenari

Cosa sta accadendo in Libia ai terminal petroliferi

In Libia a fuoco i terminal petroliferi libici dei porti di Sidra e Ras Lanuf: gravi danni per economia del Paese e per ambiente 

Read More...

Territori

Isis blocca il gas: Libia costretta a bruciare petrolio per avere energia

Nel 2007 era stata elaborata una strategia per il gas che comprendeva l’estensione della rete nazionale ma la maggior parte dei progetti infrastrutturali è in stand by a causa della minaccia dello Stato islamico che scoraggia gli investitori   Libia sempre più dipendente dal petrolio per risolvere i problemi di carenza di energia elettrica. Il paese avrebbe di fatto abbandonato la possibilità di approvvigionarsi di gas a causa della presenza dello Stato islamico che di fatto sta frenando lo sviluppo

Read More...

Territori

Libia: esplode oleodotto, petrolio vola ai massimi

L’attacco armato all’oleodotto libico ha fatto schizzare i prezzi del petrolio Il prezzo del petrolio raggiunge massimi storici dopo l’attentato alle condutture in Cirenaica, nella zona controllata dal generale Khalifa Haftar, in Libia. Nel Paese la tensione politica continua a crescere. L’attacco ha coinvolto l’oleodotto che porta il greggio al terminale di Es Sider, situato a un centinaio di chilometri sulla costa a est di Sirte e uno dei più importanti della zona Cirenaica. Gravi i danni, che sono in fase

Read More...

Short News

Energia, società russe pronte a tornare in Libia

Alcune società russe sarebbero pronte a tornare in Libia per nuovi progetti energetici ed industriali    Russia e Libia pronte a collaborare, nuovamente, sul fronte energetico. Meglio, diverse società russe sarebbero pronte a tornare in Libia per nuovi progetti in campo energetico e delle infrastrutture industriali e dei trasporti. Lo avrebbe annunciato il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, al termine del suo incontro a Mosca con l’omologo del governo di accordo nazionale di Tripoli, Mohammed Siala. “Abbiamo esaminato in dettaglio

Read More...

Territori

Opec: a novembre si decide sulla proroga ai tagli di produzione

Opec: Il ministro del Petrolio degli Emirati Arabi, Suhail al-Mazroue, ha annunciato che saranno valutate anche “quote per i paesi finora esenti”. Dopo l’accordo storico tra paesi Opec e paesi non Opec dello scorso anno, nel prossimo vertice previsto per novembre verranno valutate possibili estensioni dei tagli della produzione. L’Opec non sembra aver raggiunto una posizione unanime, intanto il barile infatti ha registrato una quotazione di 55 dollari, livelli che non raggiungeva da luglio 2015 mentre sui mercati dei futures

Read More...

Scenari

Inverno freddo e dipendenza energetica. Pericoli e fronti aperti

Altissima la dipendenza energetica dell’Italia. Il Paese importa gran parte di gas e petrolio che servono a soddisfare la domanda  Tra qualche settimana gli italiani dovranno tenersi pronti a girare la manopola del gas per accendere i riscaldamenti. Quest’anno è probabile, infatti, che saremo costretti a fare i conti con diverse ondate di freddo e maltempo sulla Penisola. Per il momento il “Sistema Italia”, dal punto di vista energetico, regge. Ma dietro l’angolo sono sempre in agguato gli imprevisti, come

Read More...