Territori

Il Pil dell’Albania crescerà del 4% grazie a Tap. Parola di S&P

tanap

Per Standard & Poor’s l’economia albanese verrà trainata dagli investimenti su larga scala e dall’aumento delle esportazioni nel settore servizi. Prevista anche la realizzazione di un impianto idroelettrico

Con il gasdotto Trans Adriatic Pipeline (Tap) il Pil reale dell’Albania crescerà in media di quasi il 4% nei prossimi tre anni, trainato dagli investimenti e dall’aumento delle esportazioni nel settore servizi. È quanto sottolinea un rapporto diffuso dall’agenzia di rating Standard & Poor’s, citato dal sito azero “Trend” ricordando che il gasdotto Tap prevede il trasporto del gas dall’Azerbaigian verso l’Europa.

PROGETTI DI INVESTIMENTO SU LARGA SCALA STANNO ATTUALMENTE SOSTENENDO LA CRESCITA

“Un certo numero di progetti di investimento su larga scala stanno attualmente sostenendo la crescita e si completeranno, probabilmente, nel 2019, compreso il gasdotto Trans-adriatico, il quale connette l’Albania con l’Italia e il Mar Caspio, e anche la costruzione di un impianto idroelettrico”. Standard & Poor’s prevede, quindi, che l’economia albanese possa crescere in media del 3,8% in termini reali tra il 2018 e il 2021, anche se a partire da un livello di sviluppo relativamente basso.

IL PROGETTO TAP FINANZIATO DALLA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI CON 1,5 MILIARDI DI EURO

Il progetto Tap del valore di 4,5 miliardi di euro, è uno dei progetti energetici prioritari per l’Unione Europea (UE) e ha già attirato 1,5 miliardi di euro dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI), che ha approvato il prestito all’inizio di febbraio 2018. Il gasdotto dovrà trasportare il gas dal giacimento azero di Shah Deniz verso i paesi dell’Ue. Il Tap si collegherà al Tanap al confine turco-greco e attraverso Grecia, Albania e il Mar Adriatico arriverà nelle coste pugliesi. Gli azionisti del Tap sono: Bp (20 per cento), Socar (20 per cento), Snam (20 per cento), Fluxys (19 per cento), Enagas (16 per cento) e Axpo (5 per cento). Il Tap sarà lungo 878 chilometri di cui 550 in Grecia; 215 in Albania; 105 nel Mare Adriatico; e 8 in Italia.