skip to Main Content

Anche la Russia prova ad accelerare sulle auto elettriche

Russia

Mosca pensa ad un incentivo per le auto elettriche, ancora troppo costose rispetto alle alternative a combustibili fossili

Anche la Russia punta sulle auto elettriche.

Mosca, secondo quanto annunciato dal ministero dell’Economia del paese, è pronta a incentivare l’acquisto di veicoli elettrici a marchio nazionale per stimolare la domanda e la produzione, ancora troppo di nicchia.

LE AUTO ELETTRCHE

L’uso di auto elettriche nel paese è ancora limitato. Su un totale stimato di 45 milioni di auto guidate in Russia lo scorso anno, solo 11.000 erano veicoli elettrici. Il Paese, tra i maggiori produttori di petrolio e gas, in questi anni poco ha fatto per puntare sull’elettrificazione dei trasporti.

GLI INCENTIVI

Per recuperare, il governo russo pensa ad un intervento di tipo finanziario. Gli incentivi economici potrebbero abbassare il costo delle auto, ancora troppo alto rispetto a quello dei veicoli a trazione tradizionale. “Il sussidio mira a rendere i veicoli elettrici di fabbricazione russa più convenienti”, ha detto a Reuters Maxim Kolesnikov, capo dipartimento del ministero dell’economia.

Il sussidio economico, infatti, dovrebbe coprire, a partire dal prossimo anno,  il 25% del prezzo di acquisto di qualsiasi auto elettrica di fabbricazione russa, fino a un massimo di 625.000 rubli (8.570 dollari).

LE AMBIZIONI SULLA PRODUZIONE

La misura dovrebbe incentivare anche la produzione. Mosca spera di raggiungere una produzione di 220.000 veicoli elettrici entro il 2030. Anche alcune società straniere sembrerebbero pronte a produrre in loco.

Anche grazie alle auto elettriche, il paese ha aderito mira a ridurre le emissioni del 70% al 2030,  rispetto ai livelli del 1990.

Back To Top