Il nucleare? Parla cinese

In venti anni la Cina ha aumentato il numero delle centrali attive da tre a 40 nel 2018, con altre 18 in costruzione Il futuro del nucleare sembra parlare ormai solo cinese. Negli ultimi due decenni, il paese asiatico è l’unico ad aver incrementato costantemente la sua capacità nell’atomo, aumentando il numero di centrali operative da tre a più di 40 nel 2018, con altre 18 in costruzione. AL MOMENTO LA CINA RAPPRESENTA OLTRE LA METÀ DEI NUOVI INVESTIMENTI GLOBALI

Tradimento a 5 Stelle: dopo Ilva e Tap, ora anche sulle trivelle

Dovevano bloccare tutte le trivelle, e invece dalle dichiarazioni di Luigi di Maio a Potenza, si capisce che la moratoria sarà solo su nuove concessioni. Che al momento nessuno ha richiesto

Descalzi: Bene per l’Italia l’accordo in Libia

Sul fronte interno l’ad di Eni ha ammesso che si potrebbe accelerare investimenti per un miliardo di euro se venissero presentate norme di semplificazione e sburocratizzazione Bene per l’Italia ma anche per la stessa Libia, l’accordo raggiunto qualche giorno fa tra Eni, Bp e il paese nordafricano. E bene anche un piano di sburocratizzazione e strumenti per accelerare investimenti e assunzioni, così come dovrebbe essere disegnato dalla Manovra economica 2019. Lo ha detto l’ad di Eni Claudio Descalzi a margine

Gazprom mira a riprendere l’import di gas dal Turkmenistan dal 2019

I rapporti peggiorarono nel periodo 2014-2015 quando le due entità si resero protagoniste di una disputa su pagamenti e volumi di fornitura. Gazprom punta a riprendere le importazioni di gas dal Turkmenistan all’inizio del 2019. Lo ha annunciato in settimana il numero uno del colosso energetico russo Alexei Miller, dopo lo stop agli acquisti nel gennaio 2016. Parlando alla televisione di Stato turkmena durante una visita ad Ashgabat, Miller ha ricordato che il contratto di fornitura di gas di Gazprom

Chi sono e cosa fanno i nuovi vertici del Gse

Il presidente è Francesco Vetrò. Amministratore delegato è stato nominato Roberto Moneta, l’altro membro del cda è Laura Bajardelli. Di Maio: Finalmente iniziaremo ad attuare la democrazia energetica Dopo quasi tre mesi di tira e molla, l’assemblea degli azionisti del Gestore dei Servizi Energetici (Gse), società del ministero dell’Economia e delle Finanze che ricopre un ruolo centrale nella promozione e nel monitoraggio dello sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica in Italia, ha scelto i nuovi vertici dell’ente: il presidente

Tutte le modifiche alle accise per gli impianti di cogenerazione

Lo stabilisce il decreto fiscale collegato alla manovra che nell’ultima bozza visionata da Energia Oltre

Petrolio, domanda globale in calo

Tensioni commerciali ed aumento dei prezzi del greggio faranno calare la domanda di petrolio