Efficienza energetica e innovazione

Legge Bilancio, riportare ecobonus edilizia al 65%. L’appello di AiCARR

ecobonus

AiCARR chiede al Governo di riportare l’ecobonus relativo alle ristrutturazioni edilizie e all’efficienza energetica al 65%

Nella manovra da 37 miliardi del governo gialloverde, a guida 5 Stelle e Lega, rientra anche l’ecobonus, ma rivisto. Quello dell’efficienza energetica, infatti, prevede una detrazione più bassa rispetto a quella prevista fino ad oggi. E la cosa, ovviamente, non piace a diverse associazioni di settore. Ma andiamo per gradi.

LE MISURE DELLA LEGGE BILANCIO

L’ecobonus per le ristrutturazioni al 50% è prorogato al 31 dicembre 2018, quello per l’efficienza energetica scende al 50% anziché al 65 per cento di detrazione. Estese al 2019 le deduzioni per acquisti di elettrodomestici e apparecchiature ad elevata classe energetica e lo sgravio al 36% per i giardini.

AICARR, TORNARE AL 65%

“Riportare le detrazioni fiscali per l’ecobonus relativo alle ristrutturazioni edilizie e all’efficienza energetica al 65%. La Legge di Bilancio presentata dal Governo abbassa queste detrazioni al 50%, nonostante negli anni scorsi questa misura sia stata tra le poche a sostenere il comparto dell’edilizia, che versa in una situazione di difficoltà. Si tratta di una misura che aiuta anche l’occupazione del settore e il nascere di nuove professioni e know how. Non capiamo, pertanto, la logica che porterebbe ad abbassare la percentuale della detrazione. Il Parlamento nel corso della discussione dovrà mettere mano a questo tema, aumentando l’ecobonus, magari andando oltre il 65%, e rendendo questa misura stabile nel tempo”. E’ quanto si legge in una nota di AiCARR, Associazione italiana condizionamento dell’aria riscaldamento e refrigerazione, relativa alla misura dell’ecobonus contenuta nella Legge di Bilancio 2019.