Fact checking e fake news

Dolomiti Energia acquista parte di Asm Tione, in attesa della fusione Agsm-Aim

dolomiti energia

Dolomiti Energia acquista le attività di vendita di elettricità e gas di Asm Tione, menter guarda con attenzione alla fusione Agsm-Aim (a cui si propone come terzo partner)

Dolomiti Energia, multiutility della provincia Trento, fa shopping: la società ha acquistato l’attività di vendita di elettricità e gas di Asm Tione. Ma per il futuro, l’azienda guarda alla fusione Agsm-Aim. E attende gli sviluppi futuri, insieme ad Alperia, con cui si propone per una partnership a quella che dovrebbe essere l’utility unica tra Verona e Vicenza. Andiamo per gradi.

LA NUOVA ACQUISIZIONE

Partiamo dalle novità. Il ramo commerciale elettricità e gas di Asm è passato nelle mani di Dolomiti Energia a fronte del conferimento di una partecipazione da parte di Asm in Dolomiti Energia. Asm, manterrà anche la quota del 43% in Giudicarie Gas, attiva nella distribuzione.

L’INTERESSE IN AGSM-AIM

Asm è solo un piccolo verso verso la crescita della società, che guarda con interesse ad una possibile partnership con Agsm/Aim (in trattativa per una fusione oramai da anni).

“Abbiamo espresso la manifestazione di interesse alle due aziende e ai sindaci di Verona e Vicenza, ma siamo solo alle battute iniziali. Valutiamo percorsi industriali, un progetto industriale territoriale, di servizi, con obiettivo sinergie”, ha detto in un’intervista all’Adige il presidente di Dolomiti Energia, Massimo De Alessandri.

ALPERIA, L’ALLEATA

Ad affiacancare Dolomiti Energia, in questa manifestazione di interesse, è Alperia, multiutility di Bolzano.

Con Alperia “abbiamo ottimi rapporti di buon vicinato, gestiamo insieme la centrale idroelettrica di San Floriano, abbiamo attivato un intervento paritetico sulla mobilità elettrica. Laddove nascessero opportunità, le due aziende potrebbero valutarle congiuntamente”, ha detto De Alessandri.

TRATTATIVE RISERVATE CON AIM?

Ma la fusione, come abbiamo già scritto su queste pagine web, è in stallo. Che Dolomiti Energia, in questo contesto, si stia muovendo in autonomia per una partnership con Aim? Non c’è nulla di concreto e nessuna prova.

A parlare di questa possibilità è stato, nei giorni scorsi, l’ex presidente di Agsm Michele Croce, che ha detto che Verona, Agsm dunque, potrebbe restare fuori dagli accordi.

LA SMENTITA DI DOLOMITI ENERGIA

“Il quadro è ancora quello di luglio”, avrebbe commentato De Alessandri la denuncia di trattative separate tra Dolomiti Energia e Aim Vicenza. In pratica, la multiutility di Trento si propone come terzo partnership, insieme ad Alperia, dopo la fusione tra le realtàa di Verona e Vicenza.

L’INTERVENTO DEL SINDACO DI VERONA

A smentire la possibilità di accordi privati tra Vicenza e Trento è anche il primo cittadino di Verona, Federico Sboarina, che a Corriere del Veneto ha detto: “Seguo giorno per giorno i contatti ed il dialogo tra il presidente di Agsm Daniele Finocchiaro e l’amministratore unico di Aim Vicenza Gianfranco Vivian: il lavoro per arrivare alla fusione va avanti e la strategia è quella che abbiamo più volte indicato”.