skip to Main Content

GNL, recupero post-COVID-19: quali sono le prospettive? – Report GECF

Gnl

Impatto della pandemia COVID-19 sulla domanda di GNL e prospettive future in vista della transizione energetica. Rapporto del Gas Exporting Countries Forum (GECF)

L’impatto del COVID-19 sul commercio di GNL è stato pesante, soprattutto nel secondo e terzo trimestre del 2020, a causa di massicci blocchi e molteplici interruzioni in tutto il mondo. A sostenerlo il Gas Exporting Countries Forum (GECF), aggiungendo però che alla fine dell’anno, il commercio di GNL è cresciuto fino a raggiungere il suo record, principalmente guidato dalla domanda costante dell’Asia e dalla sottostante ripresa economica globale.

Le esportazioni estese dall’Australia e dagli Stati Uniti hanno contribuito dal lato dell’offerta, con una crescita del 33% delle esportazioni rispetto al 2019. In sostanza, il commercio di GNL si è dimostrato resiliente, sempre più diversificato e globale.

GECF: IL GNL PER LA TRANSIZIONE ENERGETICA

Il Gas Exporting Countries Forum (GECF) sta osservando un reset delle prospettive energetiche mondiali a lungo termine e ritiene imperativo prendere parte all’imminente e accelerata transizione energetica verso un mix energetico a minore intensità di carbonio, che preveda un futuro più pulito e rispettoso dell’ambiente.

Il GNL potrebbe essere l’ultima grande opportunità nell’industria petrolifera e del gas. Storicamente ha mostrato uno sviluppo notevole negli ultimi due decenni con una crescita di oltre 3,5 volte, passando da 103 milioni di tonnellate (mt) nel 2000 a 356 tonnellate entro la fine del 2020. Secondo il Bollettino statistico annuale GECF 2020, i membri del Forum dei paesi esportatori di gas (GECF) stavano seguendo la tendenza, avendo esportato da 130 tonnellate nel 2010 a 190 tonnellate entro il 2019.

Sebbene il mercato globale del GNL sia stato molto più robusto rispetto al mercato petrolifero nel corso della pandemia, si è registrato un aumento significativo della volatilità nei volumi scambiati e un’estrema turbolenza nei prezzi spot.

IL FUTURO DEL GNL SECONDO GLI ESPERTI DEL GECF

Il complesso ambiente di investimento del GNL e l’appetito degli acquirenti per il GNL a basse emissioni di carbonio sono tra le sfide chiave che l’industria del GNL dovrà affrontare nel prossimo futuro, dichiarano gli esperti del Forum dei paesi esportatori di gas (GECF).

La trasformazione della struttura contrattuale del GNL sta portando a una maggiore volatilità nel mercato, che chiaramente è di ostacolo allo sviluppo dell’infrastruttura del gas. Inoltre, crea la necessità di nuovi modelli per il finanziamento dell’industria del GNL poiché i rischi di investimento complessivi devono essere distribuiti in modo da garantire i finanziamenti necessari per i prossimi progetti infrastrutturali del GNL.

Quindi, il passaggio a un mercato del GNL più aperto e liquido porterà le principali parti interessate e attori del GNL a cercare strategie di trading ottimali e redditizie.

Il GNL “verde” con una ridotta impronta di carbonio sta rapidamente guadagnando slancio e sarà vitale per lo sviluppo dell’industria del GNL nei decenni a venire per abbinare la sostenibilità ambientale della transizione energetica.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore