Scenari

Il prezzo del petrolio potrebbe raggiungere i 70 dollari. Parola di Ubs

trivelle

Se l’Opec dovesse tagliare la produzione di petrolio, il prezzo del greggio potrebbe raggiungere i 70 dollari


Il prezzo del petrolio potrebbe nuovamente risalire vertiginosamente. E toccare fino a 70 dollari, con il calo della produzione di Iran e Venezuela e il taglio della produzione che potrebbe essere approvato dall’Opec per il secondo semestre 2019.

PREZZO VOLATILE NEGLI ULTIMI GIORNI

“Gli investitori globali hanno dovuto confrontarsi con una forte volatilità del prezzo del greggio. Il prezzo del Brent mercoledì scorso è sceso del 3,7% sulla spinta delle preoccupazioni di un possibile rallentamento dell’economia globale. Giovedì è rimbalzato del 2,4% dopo gli attacchi alle petroliere. Nonostante resti il rischio di questa volatilità in entrambe le direzioni, riteniamo che il rapporto tra domanda e offerta supporteranno il prezzo del greggio e che il calo del 18% registrato da aprile sia eccessivo”, ha sostenuto Mark Haefele, global chief investment officer di Ubs Gwm.

BOOM A 70 DOLLARI?

“Secondo noi l’Opec ha abbastanza potere di pricing per riportare i prezzi a 70 dollari al barile nel secondo semestre del 2019. Il calo della produzione di Iran e Venezuela e il probabile accordo tra l’Opec e i suoi alleati per la prosecuzione dei tagli dovrebbero mantenere l’offerta limitata”, ha aggiunto Haefele.