Senza categoria

Il Sudafrica approva la prima carbon tax

inquinamento

A distanza di 9 anni dalla prima proposta di legge in materia, il Sudafrica approva la Carbon Tax

Rivoluzione green in Sud Africa: lo Stato, responsabile di gran parte dell’inquinamento del continente, ha approvato la Carbon Tax, una tassa per ridurre le emissioni di CO2.

La norma prevede che a partire da giugno 2019, le aziende che produrranno emissioni di carbonio sopra ad una determinata soglia (ogni attività avrà il suo tetto emissivo) saranno obbligate al pagamento di 120 rand, circa 7,50 euro, per ogni tonnellata di CO2 prodotta in più, con un’indennità esentasse fino al 95% per il entro il 2022.

L’approvazione arriva a 9 anni dalla prima proposta di Legge in materia, nel 2010: la norma, infatti, ha subito 3 rinvii, dal momento che poco piaceva alle compagnie d’estrazione, alle acciaierie e alle aziende di energia, consce del fatto che una tassa come questa avrebbe fatto salire il costo dell’elettricità.

“Il cambiamento climatico è la più grande sfida che deve affrontare l’umanità. Il Sud Africa intende fare la propria parte nello sforzo globale per ridurre le emissioni di gas serra”, ha dichiarato il ministro delle finanze sudafricano, Mondli Gungubele.