Scenari

Scenari energetici e avvicinamento al libero mercato di elettricità e gas

Le rinnovabili e le batterie a basso costo nel giro di 30 anni cambieranno radicalmente il volto dell’attuale sistema energetico, mentre il mercato italiano si avvia alla liberalizzazione

La domanda di elettricità nei paesi industrializzati aumenterà del 30% da qui al 2040, soprattutto per la crescente digitalizzazione dell’economia e per l’aumento dei veicoli elettrici. A livello globale in 32 anni la domanda di energia elettrica crescerà del 62%, ovvero dell’1,5% ogni anno. Passeremo da due terzi di combustibili fossili a due terzi di energia a zero emissioni di carbonio. E quasi il 50% del fabbisogno mondiale di energia sarà coperto da eolico e solare, ponendo fine all’era del predominio dei combustibili fossili. Lo sostiene il rapporto NEO New Energy Outlook 2019 di Bloomberg secondo il quale le rinnovabili e le batterie a basso costo nel giro di 30 anni cambieranno radicalmente il volto dell’attuale sistema energetico. Lo studio premette che la produzione sale crescerà dal 2% di oggi al 22% nel 2050. L’eolico dal 5% al 26%. L’idroelettrico registrerà un aumento modesto e il nucleare rimarrà praticamente piatto. I moduli fotovoltaici, le turbine eoliche e le batterie agli ioni di litio sono destinati a continuare su curve di riduzione dei costi, rispettivamente del 28%, 14% e 18%, per ogni raddoppio della capacità installata globale.

In base agli ultimi dati disponibili l’Italia ha già raggiunto e superato i target fissati per il 2020 per la produzione di energia rinnovabile, per la riduzione dei gas climalteranti e per l’efficienza energetica. Anche la strategia di ENEL, il più grande player energetico nazionale, prevede nei prossimi 3 anni di produrre uno sforzo nello sviluppo delle fonti pulite, nella digitalizzazione delle reti e in prodotti innovativi pari 17,4 miliardi di euro. Il gruppo prevede infatti di raggiungere circa 47 milioni di smart meter installati e 455 mila punti di ricarica per la mobilità elettrica entro il 2021.

Da ultimo, secondo l’autority italiana, ARERA, in un mercato che si avvia alla liberalizzazione per quanto riguarda la luce e il gas gli operatori dovrebbero puntare non solo sul prezzo, ma sull’arricchimento dei servizi. Per accompagnare gli utenti in questo percorso che aprirà completamente al mercato la fornitura di energia elettrica e gas da un lato c’è il portale offerte luce e gas www.ilportaleofferte.it, che consente di comparare tutte tariffe luce e gas presenti sul mercato, fornendo anche alcune informazioni reperibili nella propria bolletta in modo da visualizzare le offerte disponibili e di ottenere per ciascun una stima della spesa annua cui si andrebbe incontro. Dall’altro è attivo dal primo di luglio il nuovo Portale Consumi di Arera www.consumienergia.it: il sito rende disponibili i propri dati di consumo storici, sia per l’elettricità sia per il gas. In futuro sarà possibile garantire l’accesso a questo portale per conto degli utenti a soggetti terzi per permettere ai fornitori di calibrare correttamente le offerte dando servizi più rispondenti alle caratteristiche del singolo utente.