Short News

Petrolio, Arabia Saudita: collaboreremo ancora con Paesi non Opec

L’Arabia Saudita intende mantenere la sua cooperazione con gli stati che non sono membri dell’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio dopo il 2018   Tenere a bada la produzione di petrolio, con l’obiettivo di far aumentare i prezzi del greggio. E’ stata questa una delle principali preoccupazione dell’Opec, il cartello dei produttori di petrolio, e dei Paesi non Opec. Ora toccherà decidere su nuovi tagli, su nuovi limiti alla produzione, sul futuro del mercato. E’ in questo contesto che si

Read More...

Energie del futuro

L’Arabia Saudita scende in campo per finanziare il Tapi

I lavori per la sezione turkmena del Tapi sono stati avviati nel dicembre 2015 e dovrebbero completarsi quest’anno mentre la cerimonia di posa della prima pietra della sezione afghana è prevista per la seconda metà di febbraio. Il gasdotto Turkmenistan-Afghanistan-Pakistan-India, meglio conosciuto come Tapi rappresenta uno dei corridoi energetici più importanti per l’integrazione delle infrastrutture di trasporto combustibile in tutta l’Asia centrale e meridionale. La sua realizzazione rafforzerebbe, infatti, non solo la sicurezza energetica degli Stati fornitori (cioè il Turkmenistan),

Read More...

Short News

Petrolio, ministro Saudita esorta i produttori a estendere tagli

Per Khalid al-Falih occorre trattare su un nuovo tipo di accordo. È la prima volta che l’Arabia Saudita solleva pubblicamente la possibilità di una nuova forma di coordinamento post-2018 Il ministro dell’Energia saudita Khalid al-Falih ha esortato i paesi produttori di petrolio a estendere la cooperazione sul taglio dell’offerta di greggio oltre il 2018. È la prima volta che l’Arabia Saudita solleva pubblicamente la possibilità di una nuova forma di coordinamento oltre quest’anno, termine ultimo previsto dal precedente accordo. Secondo

Read More...

Short News

Petrolio, la produzione Usa supererà quella dell’Arabia Saudita nel 2019

Le stime del dipartimento dell’Energia USA parlano di un aumento della produzione petrolifera nel 2019, che passerà a una media di 10,8 milioni di barili al giorno   Secondo il dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti il 2019 sarà un anno fiorente per la produzione petrolifera di Washington, la quale supererà quella dell’Arabia Saudita e quella della Russia. Le previsioni stimano che la produzione raggiungerà una media di 10,8 milioni di barili al giorno nel 2019 con un picco di oltre

Read More...

Scenari

Shale Gas, se l’Arabia Saudita lo acquista dagli Usa

Secondo alcune recenti indiscrezioni del Wall Street Journal, ci sarebbe la possibilità che gli USA abbiano tra i  clienti per lo shale gas anche l’Arabia Saudita   I Sauditi potrebbero acquistare Shale gas dagli Usa. Lo sostiene il Wall Street, secondo cui è molto probabile l’America abbia tra i suoi clienti anche l’Arabia Saudita, la quale detiene un terzo di riserve mondiali di petrolio. I sauditi avrebbero iniziato colloqui preliminari con diverse realtà del settore energetico USA – tra queste

Read More...

Territori

Arabia Saudita punta al petrolio per risanare deficit di bilancio

L’Arabia Saudita sostiene che presto vedrà aumentare le entrate petrolifere per una quota che rasenta l’80% così da bilanciare il deficit di bilancio   L’Arabia Saudita – secondo quanto riportato da Bloomberg nella video intervista a Vivian Nereim, corrispondente di Bloomberg News per l’Arabia Saudita – ha un piano per cancellare il suo deficit di bilancio entro il 2023 che si basa su uno scenario che vedrebbe aumentare le entrate petrolifere di circa l’80%, secondo le persone a conoscenza della questione.

Read More...

Short News

Arabia Saudita taglia export di petrolio in Asia

Diminuirà di oltre 100.000 barili al giorno l’export di petrolio dell’Arabia Saudita verso l’Asia   Nel mese di gennaio l’Arabia Saudita taglierà l’export di petrolio verso l’Asia per ribilanciare il mercato. Dalla fine del 2016, infatti, periodo in cui l’Opec Plus decise di intervenire, il prezzo del petrolio è cambiato, passando dai 30 dollari al barile di quel tempo agli oltre 60 dollari di oggi. Lo ha dichiarato il portavoce del ministro dell’Energia, spiegando che Saudi Aramco continuerà a mantenere “forniture

Read More...

Scenari

In aumento il prezzo del greggio saudita

Dopo due anni e dopo le operazioni  anti-corruzione, aumenta il prezzo del greggio Saudita   Due anni dopo la manovra anti-corruzione  indetta da Mohammed Bin Salman – principe saudita ed erede del re Salman, nonché Ministro alla Difesa dell’Arabia Saudita – che ha portato all’arresto di ministri, principi e miliardari, il petrolio sta raggiungendo il suo picco massimo.  Le forze di sicurezza hanno arrestato undici principi, quattro ministri, e una dozzina di ministri e famosi businessman, a quanto dicono i media

Read More...

Short News

Arkad-ABB S.p.A: la joint venture che punta al Nord Africa

“Vogliamo portare la bandiera saudita fuori dai confini nazionali”, diceba Abdelhadi tempo fa ed è proprio ciò che sta facendo      Arkad – la compagnia saudita fondata nel 2011 con il nome di Saudi KAD, e poi rinominata in febbraio – che sta costruendo una rete di condutture per il gigante petrolifero Saudi Aramco, espanderà gli affari “fuori dal regno” per aprire le porte al business in Nord Africa e nelle regioni del Golfo. La compagnia ha firmato accordi di acquisizione di

Read More...

Short News

Saudi Aramco vende ai cinesi?

Si fa sempre più concreta l’ipotesi che Saudi Aramco rinunci alla quotazione sui listini internazionali e venda il 5% destinato alla Borsa ai cinesi   Mentre Saudi Aramco, la principale compagnia nazionale saudita di idrocarburi, rimanda la quotazione sui listini internazionali (annunciata in teoria come la più grande della storia) oltre il 2018, alcuni imprenditori cinesi fanno pressing per un “private placement”. A volere parte della compagnia, il 5%, con precisione, in realtà, è Pechino, che si muove tramite attraverso

Read More...

Scenari

Possibile estensione accordo globale sul petrolio, ne discute Arabia Saudita con Kazakhstan e Venezuela

Ad Astana il ministro dell’energia saudita ha discusso con i suoi omologhi di Venezuela e Kazakhstan sulla possibilità di estendere gli accordi di Vienna oltre il mese di marzo 2018: obiettivo stabilizzare prezzo petrolio    Khalid Al Falih, ministro dell’Energia dell’Arabia Saudita si è incontrato, ad Astana, con Eulogio del Pino, ministro venezuelano e Kanat Bozumbayev, ministro dell’energia del Kazakhstan, per confrontarsi su un possibile prolungamento dell’accordo globale sul petrolio, a margine del vertice dell’Organizzazione per la cooperazione islamica (Oic)

Read More...

Short News

Petrolio, Arabia Saudita e Russia vogliono nuovi tagli

Arabia Saudita e Russia chiedono il prolungamento dell’accordo sui tagli alla produzione, con l’obiettivo di risollevare il mercato del greggio   Nuovi tagli alla produzione di petrolio. È questo che chiedono, ancora una volta, Russia e Arabia Saudita, i due Paesi che fanno dell’oro nero la base della loro economia. Tagliare la produzione significa ridurre la materia sul mercato, facendone salire il prezzo. E, dunque, guadagnando di più. Russia e Arabia Saudita intendono estendere di tre mesi l’accordo raggiunto a

Read More...