Sostenibilità

Anche Snam tra le 7 italiane confermate nell’Indice Down Jones

snam

Snam inclusa anche quest’anno nel più importante indice borsistico mondiale ed europeo di valutazione della responsabilità sociale delle imprese

Anche quest’anno, SNAM, società italiana impegnata nella realizzazione e gestione integrata delle infrastrutture del gas naturale, ha ottenuto l’ambito riconoscimento da parte del Dow Jones Sustainability World Index (DJSI), il più importante indice adottato per analizzare le performance finanziarie delle società in ambito green su scala globale.

Il Dow Jones Sustainability World Index, nasce nel 1999, e valuta le performance finanziarie delle compagnie mondiali che seguono principi sostenibili. Ad oggi le aziende leader nel mondo della sostenibilità invitate a partecipare sono oltre 2.500. Solo 320 di queste entrano a farne parte del Dow Jones Sustainability World Index e di queste 320, 7 sono aziende italiane.

snamSNAM quest’anno ha ottenuto 82 punti, distinguendosi in particolare nell’area environment.
Il DJSI viene rivisto ogni anno a settembre, e i risultati sono presentati dalla RobecoSAM, una delle più importanti aziende di rating di sostenibilità a livello mondiale.

L’indice tiene conto di diversi criteri: le prestazioni economiche, ambientali e sociali delle imprese e anche fattori quali governo societario, gestione dei rischi, branding, mitigazione dei cambiamenti climatici, standard della catena logistica e pratiche lavorative.

 

Tra le aziende di energia che sono riuscite ad entrare nell’indice c’è anche Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale. Rispetto all’anno scorso, Terna ha ulteriormente migliorato il suo posizionamento nell’Indice passando, con 89 punti, dal quinto al quarto posto (su 64 aziende valutate), grazie ai progressi ottenuti in alcuni importanti parametri di sostenibilità.