Scenari

Auto: sinergie e consolidamento industria nel 2020. Ecco cosa dice GlobalData

Fca

L’intesa tra Psa e Fca evidenzia in particolare l’importanza delle economie di scala e degli investimenti condivisi in costose tecnologie avanzate nel settore auto come l’elettrificazione e la guida autonoma

Economie di scala come fattore chiave per l’industria automobilistica del futuro, specialmente in un’ottica di elettrificazione e di guida autonoma. Ne è convinto David Leggett, Automotive Editor di GlobalData, azienda leader nel settore dei dati e delle analisi, che ha offerto il suo punto di vista sul settore dopo il via libera alla fusione tra il gruppo Psa e Fca.

LA NECESSITÀ DI CONDIVIDERE GLI INVESTIMENTI IN COSTOSE TECNOLOGIE AVANZATE COME L’ELETTRIFICAZIONE E LA GUIDA AUTONOMA

“La prevista fusione tra questi due grandi costruttori di veicoli non è ancora terminata, ma si sono mossi rapidamente per raggiungere questo accordo. L’intesa evidenzia in particolare l’importanza delle economie di scala e degli investimenti condivisi in costose tecnologie avanzate – come l’elettrificazione e la guida autonoma – nell’ottica di una trasformazione che l’industria automobilistica si trova ad affrontare ora e nei prossimi dieci anni”, ha ammesso Leggett.

LE ECONOMIE DI SCALA SONO FATTORI CHIAVE NELL’AUTOMOTIVE

“Le economie di scala sono fattori chiave. Circa due terzi dei volumi di produzione della più grande unità FCA/PSA saranno concentrate su due piattaforme di veicoli, con circa tre milioni di automobili costruite ogni anno, e riguarderanno piattaforme di piccole dimensioni e piattaforme compatte/medie. Questa notizia non è inaspettata, dato che entrambe le aziende hanno esplorato attivamente i legami con altre aziende per ottenere risparmi sui costi e altri benefici sinergici”, evidenzia ancora Leggett.

NEL 2020 ANCORA PIÙ COLLABORAZIONI STRATEGICHE NELL’INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA

E naturalmente non si tratta di una novità in senso assoluto nel panorama dell’industria auto, come ricorda l’Automotive Editor di GlobalData: “Il Gruppo Volvo e Isuzu Motors hanno firmato un Memorandum of Understanding per formare un’alleanza strategica nel settore dei veicoli commerciali, un’altra mossa che è stata motivata dalle più ampie tendenze industriali e dall’identificazione di risparmi che possono derivare da una maggiore scala e complementarietà della presenza geografica e delle linee di prodotto”. Per questo, l’analisi di GlobalData dell’industria suggerisce che “nel 2020, con l’intensificarsi delle condizioni competitive e la crescente pressione delle aziende ad agire per controllare sia i costi che la posizione di trasformazione della mobilità e la struttura dell’industria automobilistica, vedremo collaborazioni più strategiche nell’industria automobilistica”.