skip to Main Content

Bollette, come richiedere il bonus energia

Caro Energia

Il valore del bonus elettrico e gas è determinato da Arera, che provvede ad aggiornarlo periodicamente

Il caro bollette attanaglia le famiglie italiane, che devono già affrontare un’inflazione galoppante. Ecco allora che il governo, già da tempo, ha istituito i cosiddetti “bonus sociali per disagio economico”.

Si tratta dei bonus sociali elettrico, gas e acqua per disagio economico che – come ricorda Arera – dal 1° gennaio 2021 vengono riconosciuti automaticamente ai cittadini e nuclei familiari che ne hanno diritto.

BONUS SOCIALE ENERGIA: I REQUISITI

Tra i requisiti per poter usufruire del bonus, il cittadino deve appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro (per i bonus elettrico e gas il valore soglia dell’ISEE di accesso alle agevolazioni per l’anno 2022 è stato innalzato a 12.000 euro), oppure avere 4 figli a carico (“famiglia numerosa”) e un ISEE non superiore a 20.000 euro, oppure deve appartenere a un nucleo familiare titolare di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza.

Uno dei componenti del nucleo familiare, poi, deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o di gas naturale e/o fornitura idrica. Le suddette forniture devono essere a tariffa per usi domestici o, per accedere al bonus sociale idrico, per uso domestico residente. I contratti di fornitura devono essere attivi o temporaneamente sospesi per morosità.

Il bonus viene erogato anche a chi usufruisce, in locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare, di una fornitura condominiale (centralizzata) di gas naturale e/o idrica per uso civile e attiva. Ogni nucleo familiare ha diritto ad un solo bonus per tipologia (elettrico, gas o idrico) per anno di competenza della DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica), il cosiddetto “vincolo di unicità”.

Per ottenere l’agevolazione, dal 1° gennaio 2021 tutti i cittadini/nuclei familiari che presentano annualmente una DSU per accedere a una prestazione sociale agevolata (come l’assegno di maternità, il bonus bebè, la mensa scolastica etc.) e che risultano in condizione di disagio economico , sono automaticamente ammessi al procedimento per il riconoscimento dei bonus sociali per disagio economico.

BONUS SOCIALE ENERGIA: COME ATTIVARLO

Per attivare il procedimento di riconoscimento automatico dei bonus sociali, per chi ne ha diritto, è sufficiente presentare la DSU ogni anno e ottenere un’attestazione ISEE entro la soglia di accesso ai bonus, oppure essere titolari di reddito o pensione di cittadinanza. Il procedimento verifica la sussistenza dei requisiti di ammissione relativi alla fornitura  e all’unicità del relativo bonus per nucleo familiare, per anno di competenza.

Per quanto riguarda il valore dei bonus sociali, l’importo del bonus elettrico e gas è determinato da Arera, che provvede ad aggiornarlo periodicamente. Generalmente ad inizio anno, infatti, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente aggiorna i valori dei bonus sociali da riconoscere per i successivi 12 mesi.

Come già avvenuto per i precedenti trimestri, anche per il terzo trimestre 2022 il governo ha previsto un rafforzamento dei bonus sociali elettrico e gas con l’obiettivo di compensare gli aumenti della spesa per le forniture conseguenti ai rialzi dei prezzi di energia elettrica e gas.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore