skip to Main Content

Chi è il nuovo ministro della Transazione ecologica Cingolani

Cingolani

Per lui un compito importante: gestire i fondi che arriveranno all’Italia attraverso il Recovery Fund

Il nuovo ministro della Transizione ecologica è Roberto Cingolani, fisico e padre della robotica all’IIT di Genova. Per lui un compito importante: gestire i fondi che arriveranno all’Italia attraverso il Recovery Fund. Finito nel ‘toto ministri’ più volte come tecnico, “non è in realtà riconducibile a nessun partito: partecipa nel 2019 alla Leopolda su invito di Matteo Renzi, ma già dieci anni prima era intervenuto a VedDrò di Enrico Letta, e non si è negato al Meeting di Rimini. Viene insomma chiamato regolarmente dai think tank quando si parla di innovazione e tecnologia”, scrive Ansa.

CHI È CINGOLANI

Nato a Milano il 23 dicembre 1961, si è laureato in Fisica presso l’Università di Bari.
Nel 1991 è Ricercatore e poi Professore associato di Fisica Generale presso il Dipartimento di Scienza dei materiali dell’Università del Salento, per poi passare alla Facoltà di Ingegneria nel 2000. Fra il 1997 e il 2000 è Professore in visita presso l’Università di Tokyo e la Virginia Commonwealth University. Dal dicembre 2005 è Direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, mentre nel 2015 gli viene assegnato il Premio Roma per la Scienza. Dal 2019 è Responsabile dell’innovazione tecnologica di Leonardo S.p.A. È autore o co-autore di oltre 1000 pubblicazioni su riviste internazionali e ha al suo attivo oltre 100 brevetti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

live
Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore