Scenari

Chi vuole comprare Sorgenia (e a che prezzo)

Sorgenia

Avviato il processo di vendita di Sorgenia, la società sonda interesse degli eventuali acquirenti e dovrebbe passare alla fase delle manifestazioni di interesse entro maggio

Sorgenia è in vendita. La società ha  inviato ad alcuni potenziali acquirenti un “information memorandum” sull’azienda e nelle prossime settimane, quindi per fine aprile-inizio di maggio, si capirà se si passerà alla fase delle manifestazioni di interesse.

“Il processo di vendita è appena iniziato, anche se non sembra che ci sia una lunga lista di società interessate. Nelle prossime settimane l’adviser si renderà conto se la cessione potrà andare avanti o meno” avrebbe rivelato una fonte vicina al dossier a Reuters.

LA SOCIETA’

Sorgenia vanta oltre 275.000 clienti e centrali elettriche per una capacità installata che supera i 3.000 MW. Nata nel 1999 e controllata da Cir della famiglia De Benedetti e dall’austriaca Verbund, l’azienda ha presentato nel corso della sua storia importanti difficoltà finanziarie, passando in mano alle banche: il tribunale di Milano ha dato via libera al riassetto del debito di Sorgenia, 1,8 miliardi di euro spalmati su 21 istituti (Montepaschi Siena il più coinvolto, con 600 milioni, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Banco Bpm).

I POSSIBILI ACQUIRENTI

Risanato il debito, ora Sorgenia sembra tornare sul mercato ed è in attesa di acquirente. Al momento la lista degli interessati non sarebbe così lunga. Sembrano pronti a partecipare al processo di vendita A2a,  la ceca Eph, la britannica Sev.En Energy e alcuni fondi private equity, come Cvc.

IL PREZZO

Acquistare la società potrebbe costare fino a 600 milioni. Nel 2017 Sorgenia ha registrato un’ebitda pari a 161 milioni di euro, un utile netto di 44 milioni e un indebitamento finanziario netto pari a 715 milioni, mentre per il 2018 alcuni broker ipotizzano un’ebitda intorno a 140 milioni.