skip to Main Content

Climate tech, il report PwC sugli investimenti in un settore in grande crescita

Clima

Tra la seconda metà 2020 e la prima metà 2021 gli investimenti di venture capital e di capitali privati sono aumentati fino a 87,5 miliardi di dollari

Gli investimenti privati nelle tecnologie climatiche sono in crescita, ma vi è ancora un disallineamento tra dove si stanno indirizzando i fondi e le aree in cui concentrarsi, in quanto potenzialmente più idonee per ridurre le emissioni. È quanto emerge da un nuovo studio condotto da PwC sugli investimenti e gli accordi stretti nel settore delle tecnologie dedicate al clima.

LA CRESCITA DEL SETTORE CLIMATE TECH

Dallo studio si scopre che tra la seconda metà del 2020 e la prima metà del 2021 (il periodo analizzato da PwC) gli investimenti di venture capital e di capitali privati sono aumentati fino a raggiungere una cifra complessiva di 87,5 miliardi di dollari. La cosiddetta climate tech, nel suo complesso, vale ora 14 centesimi per ogni dollaro di venture capital investito.

LE 5 MAGGIORI AREE TECNOLOGICHE

“Nelle nostre analisi abbiamo rilevato che vi sono ancora delle aree significative di potenziale inespresso”, si legge nel report. “Delle 15 aree tecnologiche analizzate le prime 5 – che rappresentano oltre l’80% della potenziale riduzione delle emissioni future entro il 2050 – tra il 2013 e la prima metà del 2021 hanno ricevuto solo il 25% degli investimenti totali nel climate tech”.
Le 5 aree in oggetto sono Energia Solare, Energia eolica, Tecnologia contro lo spreco alimentare, Produzione di Idrogeno verde e Cibi alternativi. Lo studio non mira ad illustrare l’intero panorama degli investimenti, ma ad analizzare i finanziamenti volti a ridimensionare le nuove innovazioni.

SI INVESTE SOPRATTUTTO IN MOBILITÀ E TRASPORTI

PwC ha identificato oltre 6.000 investitori unici tra venture capitalist, private equity, corporate VC, business angels, filantropi e fondi governativi. Insieme, tutti questi soggetti tra il 2013 e il primo semestre del 2021 hanno finanziato oltre 3.000 startup di tecnologie climatiche, coprendo quasi 9.000 round di finanziamento.

Nel secondo semestre 2020 e nel primo semestre del 2021 hanno operato circa 2.500 investitori, che hanno partecipato a quasi 1.400 round di finanziamento. Nei 12 mesi precedenti vi erano stati meno di 1.600 investitori attivi, e ciò dimostra la crescente concorrenza negli affari sulle climate tech man mano che la comunità di investitori comprende le opportunità che offre questo asset.

L’area Mobilità e Trasporti continua ad essere quella che riceve le maggiori quote di finanziamenti, questo perché i veicoli elettrici, la micromobilità e gli altri modelli di trasporto innovativo continuano ad attirare l’attenzione degli investitori. Delle 10 startup che hanno attirato la maggior parte degli investimenti nel secondo semestre 2020 e nel primo semestre 2021, 8 erano di Mobilità e Trasporti.

Mobilità e Trasporti guidano anche la classifica del tasso di crescita, seguiti da Industria, Produzione e Gestione delle Risorse (IM&R) e Servizi Finanziari, che registrano ciascuno una crescita di oltre il 260% su base annua tra il secondo semestre 2019 e il primo semestre 2021. Solo un’area di sfida verticale, la Built Environment, ha registrato un tasso di crescita inferiore al 90%, arrivando ad una crescita del 20%. Le aree di Cattura, rimozione e stoccaggio dei gas serra e Gestione e rendicontazione dei cambiamenti climatici hanno registrato tassi di crescita su base annua rispettivamente del 27% e del 16%.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

live
Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore