skip to Main Content

Cosa sta facendo Enel green power in Russia (per la prima volta)

Eolico

Enel green power ha avviato i lavori di costruzione del parco eolico di Azov da 90 MW

Anche in Russia, dove petrolio e gas la fanno da padrone, arrivano le energie rinnovabili (italiane). Enel Green Power  ha avviato i lavori di costruzione del parco eolico di Azov da 90 MW, situato nella regione di Rostov, Russia meridionale, che rappresenta il primo impianto rinnovabile del Gruppo in Russia.

IL PARCO EOLICO

Il parco, che è anche il primo impianto rinnovabile nella regione di Rostov, è di proprietà di Enel Russia, controllata del Gruppo Enel, mentre le attività di costruzione sono affidate ad EGP, che ha anche completato la fase di sviluppo. Alla cerimonia di avvio dei lavori di oggi hanno partecipato il direttore generale di Enel Russia, Carlo Palasciano Villamagna, il governatore della regione di Rostov, Vasiliy Golubev, e l’ambasciatore italiano in Russia, Pasquale Terracciano, oltre ad altre autorità regionali.

132 MILIONI DI INVESTIMENTO

L’investimento complessivo di Enel Russia per il parco eolico di Azov è pari a circa 132 milioni di euro. Il progetto dovrebbe entrare in esercizio entro la fine del 2020 e una volta a regime genererà circa 320 GWh di energia pulita all’anno, evitando l’emissione in atmosfera di circa 260.000 tonnellate di CO2. Il parco eolico comprenderà 26 turbine, distribuite su 133 ettari.

Enel Russia si è aggiudicata il parco eolico di Azov, insieme a quello di Murmansk (201 MW), per una capacità totale di 291 MW, all’esito della gara pubblica indetta dal governo russo nel 2017 per la costruzione di 1,9 GW di capacità eolica nel Paese. EGP è responsabile dello sviluppo e della costruzione di entrambi gli impianti, che richiederanno un investimento complessivo di circa 405 milioni di euro, di cui circa 273 milioni per l’impianto da 201 MW.

ENEL GUARDA ALLA RUSSIA

“Con questo nuovo parco eolico, compiamo un primo passo nella costruzione della nostra presenza nel settore delle rinnovabili in Russia. Siamo impazienti di avviare le attività di generazione con i nostri due progetti eolici russi, e continueremo a cercare nuove opportunità in questo Paese ricco di fonti rinnovabili. Per il futuro, prevediamo di continuare a valorizzare questo patrimonio di risorse dotando l’economia russa di un mix di generazione sempre più diversificato”, ha commentato Antonio Cammisecra, responsabile globale di Enel Green Power.

 

Back To Top