Sostenibilità

Dalla Ue un nuovo fondo da 100 milioni di euro per l’energia pulita

Ue

La Commissione europea, la Banca europea per gli investimenti e i “Breakthrough Energy Ventures” hanno deciso di contribuire allo sviluppo di imprese europee innovative e all’introduzione sul mercato di tecnologie energetiche pulite radicalmente nuove

Arriva un nuovo fondo di investimento da 100 milioni di euro per sostenere gli investimenti in energia pulita in Ue: si chiama Breakthrough Energy Ventures Europe (BEV-E) ed è stato istituito dalla Commissione europea, dalla Banca europea per gli investimenti e da Breakthrough Energy Ventures durante la quarta riunione ministeriale sull’innovazione della missione a Vancouver, Canada.

DEDICATO ALLO SVILUPPO DI IMPRESE EUROPEE INNOVATIVE E ALL’INTRODUZIONE SUL MERCATO DI TECNOLOGIE ENERGETICHE PULITE

Il fondo contribuirà allo sviluppo di imprese europee innovative e all’introduzione sul mercato di tecnologie energetiche pulite radicalmente nuove. Il fondo sosterrà i migliori imprenditori europei nel settore dell’energia pulita, le cui soluzioni possono contribuire a ridurre in modo significativo e duraturo le emissioni di gas a effetto serra. Primo nel suo genere, si rivolge all’intensità di capitale e ai lunghi orizzonti di sviluppo di cui le tecnologie energetiche hanno bisogno.

UN CONTRIBUTO DI 50 MILIONI DI EURO DELLA BEI. IL RESTO DA BREAKTHROUGH ENERGY VENTURES

Il finanziamento di BEV-E comprenderà un contributo di 50 milioni di euro della Banca europea per gli investimenti garantito da InnovFin, uno strumento finanziario finanziato attraverso il programma di ricerca e innovazione dell’UE, e un contributo di 50 milioni di euro di Breakthrough Energy Ventures, un fondo guidato dagli investitori impegnato a sostenere le imprese di punta nel settore energetico.

ŠEFČOVIČ:DOBBIAMO INCREMENTARE I NOSTRI INVESTIMENTI PER REALIZZARE UN’ECONOMIA A ZERO EMISSIONI ENTRO IL 2050

Secondo Maroš Šefčovič, vicepresidente della Commissione per l’Unione dell’energia, “lo status quo non è un’opzione. Dobbiamo incrementare i nostri investimenti con più di 500 miliardi di euro all’anno per realizzare un’economia a zero emissioni di carbonio entro il 2050. Sono lieto che la nostra cooperazione pilota con Breakthrough Energy sia decollata così rapidamente. Si tratta di un lavoro pionieristico: allineare gli investimenti pubblici e privati nell’innovazione di punta, a vantaggio dell’Unione dell’energia e del nostro clima”.

MOEDAS: SOLO UNENDO LE FORZE TRA SETTORI E CONTINENTI POTREMO AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

“Istituendo in tempi record il fondo Breakthrough Energy Ventures Europe, stiamo mantenendo il nostro impegno a promuovere gli investimenti pubblico-privato nell’innovazione nel settore dell’energia pulita. Solo unendo le forze tra settori e continenti potremo affrontare il cambiamento climatico e costruire un futuro sostenibile”, ha commentato Carlos Moedas, commissario per la ricerca, la scienza e l’innovazione.

BILL GATES: GRANDE ESEMPIO DI COME I SETTORI PUBBLICO E PRIVATO POSSANO COLLABORARE

Bill Gates, presidente di Breakthrough Energy Ventures, ha dichiarato: “Breakthrough Energy Ventures-Europe è un grande esempio di come i settori pubblico e privato possano collaborare, impiegare capitali e costruire imprese. Abbiamo le risorse per fare la differenza e la flessibilità per muoversi rapidamente. Questa è una combinazione rara e potente”. UE

COSA FARA’ IL FONDO

Il fondo investirà in cinque grandi settori connessi all’energia in cui gli sforzi sono essenziali per combattere i cambiamenti climatici: elettricità, trasporti, agricoltura, produzione manifatturiera ed edilizia. Gli investimenti dovrebbero iniziare nella seconda metà del 2019, quando gli Stati membri dell’UE e i paesi associati a Orizzonte 2020 potranno presentare domanda di finanziamento BEV-E. Il nuovo fondo contribuirà a rispettare gli impegni assunti dall’UE nel pacchetto della Commissione “Energia pulita per tutti gli europei”, comprese le proposte volte a sostenere l’innovazione in materia di energia pulita, aumentare l’efficienza energetica, promuovere l’uso delle energie rinnovabili e riformare il mercato europeo dell’energia. Il Parlamento europeo e il Consiglio dell’UE hanno adottato tutte le proposte del pacchetto.