Scenari

Digitalizzazione, consolidamento e gare: le sfide di Italgas

Italgas

Mentre le gare d’ambito per la distribuzione del gas sono ancora al palo, Italgas punta sul digitale e  ha messo sul piatto 800 milioni di euro per la trasformazione. Entro il 2020 è prevista la completa installazione degli smart meters

Italgas  continua la sua trasformazione digitale. Mentre i contatori digitali hanno invaso oramai le nostre case e continueranno a farlo, con l’obiettivo di semplificarci la vita, la società ha previsto l’installazione di dispositivi per l’acquisizione di ulteriori parametri fisici/analogici, che verranno sfruttati anche attraverso degli algoritmi. Ma non solo: per l’azienda, il digitale è molto di più. E i progetti in campo sono molteplici.

IL PIANO STRATEGICO DI ITALGAS

Fino a 4 miliardi di euro di investimenti al 2024. E’ questo quello che ha messo sul piatto Italgas per crescere e rimanere competitiva: 2 miliardi per lo sviluppo e il miglioramento della rete, circa 800 milioni per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, 450 milioni di euro per la realizzazione delle opere di metanizzazione della Sardegna ed infine circa 420 milioni di euro sono complessivamente destinati alla crescita attraverso operazioni di M&A e ai conseguenti investimenti da realizzare sulle reti di nuova acquisizione.

I PIANI DI SVILUPPO DIGITALE

Dicevamo, la trasformazione digitale ha già avuto avvio. Italgas ha installato circa 3 milioni di contatori digitali, su 6,6 milioni di Punti di Riconsegna, come scrive il Sole 24 Ore. Entro il 2018, i contatori saranno 3,8 milioni di contatori per completare l’installazione per la prima metà del 2020.

E ancora. Sempre nell’ambito della rivoluzione digitale, Italgas ha previsto l’installazione di dispositivi per l’acquisizione di ulteriori parametri fisici/analogici, che verranno sfruttati anche attraverso degli algoritmi.

La società lavorerà per digitalizzare la rete, monitorarla in tempo reale, aumentando l’efficienza energetica e migliorare i servizi. Entro l’ultimo trimestre dell’anno, Italgas trasferirà su cloud computing gli applicativi aziendali.

GARE D’AMBITO AL PALOO

Nel piano strategico al 2024, Italgas ha riservato 1,6 miliardi in acquisizioni di reti terze a seguito delle gare d’ambito per la distribuzione del gas. Ma le gare di distribuzione, in realtà, sono ancora al palo, ed in attesa di essere sbloccate dal nuovo governo: ad oggi su 177 (queste le zone in cui è divisa l’Italia) gare previste, sono state chiuse nemmeno le prime tre per cui sono state presentate offerte (Milano, Torino 2 e Belluno).

IL CONSOLIDAMENTO DI ITALGAS

Gare a parte, Italgas va per la sua strada. La società punta al consolidamento sul mercato e con questo obiettivo, nel corso degli ultimi 18 mesi, ha realizzato varie acquisizioni: 70mila nuove utenze solo quest’anno sono state prese con European Gas Network e altre due piccole società, per un investimento di 116 milioni di euro, ma l’obiettivo del 2018 è 110 milioni. Nel 2019 Italgas dovrà acquisirne, secondo i piani, altre 70 mila con un investimento complessivo di circa 250 milioni.