Territori

Estonia e Finlandia dicono stop alla dipendenza dal gas russo

Firmato l’accordo per un nuovo gasdotto tra i due paesi che dovrebbe entrare in funzione entro il 2020

Estonia e Finlandia realizzeranno un nuovo gasdotto tra i loro due paesi per ridurre la dipendenza regionale dal gas russo. La firma dell’accordo è avvenuta la scorsa settimana tra il gestore della rete elettrica e del gas estone Elering e l’azienda statale finlandese Baltic Connector OY che hanno incaricato la svizzera Allseas Group S.A. di costruire la sezione sottomarina del gasdotto Balticconnector.

ENTRATA IN FUNZIONE PREVISTA ENTRO IL 2020

Il gasdotto, che dovrebbe entrare in funzione entro il 2020, collegherà la Finlandia al mercato comune dell’energia dell’Ue, riducendo nel contempo la sua dipendenza dalle importazioni di gas dalla Russia, suo unico potente vicino che attualmente è anche l’unico fornitore di gas. Il costo complessivo del progetto è di circa 300 milioni di euro, di cui 206 a carico dell’Unione europea.

OBIETTIVO INDIPENDENZA DALLA RUSSIA

La forte dipendenza degli Stati baltici dal gas russo è stata in parte ridotta nel gennaio 2015, quando la Lituania ha rotto il monopolio russo nelle forniture di gas lanciando il suo primo terminale Gnl galleggiante nel porto di Klaipeda. L’annessione della Crimea alla Russia nel 2014 ha indotto l’Ue ad accelerare i suoi piani di riduzione dai russi. Ma l’obiettivo è parzialmente compromesso dal progetto tedesco di un secondo gasdotto, il Nord Stream 2, per trasportare più gas russo verso l’Europa centrale passando sotto il Mar Baltico.

I LAVORI COMINCERANNO NEL 2019. PREVISTE ANCHE UNA STAZIONE DI COMPRESSIONE E MISURAZIONE IN CIASCUN PAESE

I lavori preliminari per il Balticconnector inizieranno quest’estate e il gasdotto sarà posato sul fondo marino nell’estate del 2019. Il tratto sottomarino del gasdotto a doppio senso che attraverserà il Golfo di Finlandia sarà lungo 77 chilometri. Il progetto comprende anche la costruzione di due condotte onshore – in Estonia e Finlandia – e una stazione di compressione e misurazione in ciascun paese.