Fact checking e fake news

Gas, perchè l’Austria preferisce il gas russo a quello americano

Kurz Austria

L’Austria sostiene la realizzazione del Nord Stream 2, nonostante opposizione Usa


Anche l’Austria vuole il Nord Stream 2: il Paese, infatti, ha bisogno di un approvvigionamento energetico affidabile e del gas che arriva dalla Russia, nonostante l’opposizione forte degli Stati Uniti e la preoccupazione di diversi paesi sull’isolamento dell’Ucraina, tagliata fuori dal percorso del gasdotto. A ribadire la posizione di Vienna è stato il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, ricevuto ieri dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump alla Casa Bianca.

“Trump ha detto chiaramente che gli Stati Uniti sono contrari a questo progetto. Siamo consapevoli di questo. Sosteniamo il progetto perché siamo interessati ad un approvvigionamento energetico affidabile per l’Austria. Infine, c’è una sorta di accordo su questo progetto in Europa. E noi promuoveremo ulteriormente questo progetto”, ha detto Kurz in un’intervista rilasciata all’emittente austriaca ORF.

“L’acquisto di gas dagli Stati Uniti non sarebbe un problema per noi. Ma finché il prezzo della Russia è migliore di quello degli Stati Uniti, la Russia è più attraente come partner su questo tema”, ha sottolineato il cancelliere. Il gas americano viene lavorato, raffreddato per ridurre i volumi del prodotto e liquefatto per permettere lo stoccaggio e il trasporto con le navi, con costi maggiori del 20% rispetto all’export via pipeline.