Territori

Gli stoccaggi europei sono pieni di Gnl a basso costo

gnl

Con i prezzi del combustibile vicini al minimo degli ultimi tre anni, i traders stanno acquistando anche per scommessa di un possibile recupero del valore, riempiendo i siti di stoccaggio di Gnl nel paese

La Spagna sta importando a livelli quasi record il gas naturale liquefatto, complici le alte temperature che aumentano la domanda di raffreddamento e riducono la quantità di acqua disponibile per la produzione di energia idroelettrica.

LA SCOMMESSA DEI TRADERS

Non solo. Con i prezzi del combustibile vicini al minimo degli ultimi tre anni, i traders stanno acquistando anche per scommessa di un possibile recupero del valore riempiendo i siti di stoccaggio di Gnl nel paese, che rappresentano quasi un terzo della capacità totale dell’Europa. Ciò malgrado gli stoccaggi siano quasi pieni.

LE SCORTE DI GNL SONO SUPERIORI ALLA MEDIA QUINQUENNALE PER QUESTO PERIODO DELL’ANNO

UESecondo quanto riporta WorldOil, le scorte di Gnl attuali sono superiori alla media quinquennale per questo periodo dell’anno. “Si tratta di un altro esempio di come gli stoccaggi del gas si stiano riempiendo in tutto il continente per raggiungere livelli di picco prima che la domanda di riscaldamento entri in gioco. Questo lascia un margine di sicurezza più grande del solito per i potenziali shock in inverno, aumentando le opportunità commerciali in caso di aumento dei prezzi e sollevando la questione se l’Europa possa o meno assorbire tutto questo gas”.

LA SPAGNA “CASSAFORTE” DEL GNL EUROPEO

“L’Europa nord-occidentale ha avuto la maggior parte dei guadagni nelle consegne di Gnl quest’anno grazie alla capacità di vendere carichi in mercati altamente liquidi – ha detto Leyra Fernandez Diaz, un analista di gas di Energy Aspects Ltd -. Ma le opzioni fisiche per assorbire più gas nel settore energetico, ridurre le entrate algerine e utilizzare più capacità dei terminal Gnl di riserva del paese hanno permesso alla Spagna di fungere anche da considerevole serbatoio di stoccaggio del gas liquefatto”.

DOMANDA SPAGNOLA IN SALITA

La domanda spagnola di gas è aumentata del 43% nei primi 19 giorni di questo mese, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ciò è in parte dovuto alle temperature superiori al normale quest’estate e alle riserve idroelettriche che si trovano circa il 17% al di sotto della loro mediana decennale.

PIÙ GAS E MENO CARBONE

I prezzi più bassi del Gnl spot hanno permesso alla Spagna di incrementare l’uso del gas, contribuendo ad un notevole passaggio dal carbone al gas, ha detto Fernandez Diaz aggiungendo che i compratori spagnoli sono stati anche in grado di ridurre la fornitura di gas algerino, che è legata ai prezzi del petrolio ed è più costoso.

26 NAVI GNL SCARICHERANNO QUESTO MESE IN SPAGNA

Per soddisfare una domanda più elevata, si prevede che 26 navi gasiere scaricheranno in Spagna questo mese, rispetto alle 16 di agosto dello scorso anno e al record di 30 a luglio. Molto dell’aumento è dovuto al maggior numero di navi provenienti dalla Russia, che ora ha conquistato una quota del 6% dell’offerta totale di gas spagnolo.

AUMENTA L’IMPORT DALLA RUSSA E DA YAMAL

Naturgy Energy Group SA ha un contratto a lungo termine con Yamal LNG nell’Artico russo che ha cominciato a operare nel 2018, e il mese scorso il paese ha importato almeno 3 carichi secondo Fauziah Marzuki, un analista Gnl a BloombergNEF. Questa tendenza sembra continuare con alcune delle petroliere di proprietà di Yamal, che sono più costose da operare rispetto alle navi standard, come mostrano i dati raccolti da Bloomberg. A partire da martedì, due carichi gas di Yamal erano in viaggio verso la Spagna, uno su una nave rompighiaccio e l’altro ricaricato a Zeebrugge, in Belgio.

RIFORME SPAGNOLE POSSONO INCORAGGIARE ANCORA PIU’ STOCCAGGIO

La Spagna “ha una notevole capacità di stoccaggio di Gnl ed è stata in grado di utilizzarla per assorbire più gas liquefatto quando i prezzi si sono ammorbiditi in estate”, ha detto Fernandez Diaz. “Le riforme in atto quest’anno per l’utilizzo delle infrastrutture spagnole per il Gnl possono anche incoraggiare le imprese a stoccare più Gnl nei terminali”.