Fact checking e fake news

Il Cdm nomina il nuovo presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici

semplificazioni

Il cdm impugna la legge regionale del Molise sulla disciplina della procedura di impatto ambientale e dà il via libera a quella toscana sulla qualità dell’aria

Novità tra le nomine nel Consiglio dei ministri di ieri: il Cdm ha infatti deliberato, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli, il conferimento dell’incarico di Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici all’ing. Massimo Sessa, dirigente di prima fascia dei ruoli del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

IMPUGNATA LA LEGGE DEL MOLISE

Sempre nel corso del Cdm, l’esecutivo ha deciso di impugnare la legge Regione Molise n. 17 del 09 dicembre 2019, recante “Modifiche della legge regionale 24 marzo 2000, n. 21 (Disciplina della procedura di impatto ambientale)”, in quanto una norma in materia di valutazione di impatto ambientale invade la competenza esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente e dell’ecosistema, di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera s) della Costituzione;

SEMAFORO VERDE ALLA TOSCANA SULLA QUALITA’ DELL’ARIA

Il governo ha invece deciso di non impugnare la legge Regione Toscana 74 del 10/12/2019, recante “Disposizioni urgenti per il rispetto nel territorio della Toscana degli obblighi previsti dal decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 155, di attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente”. La norma prevede che la Giunta regionale, previo parere vincolante della commissione consiliare competente, approvi con deliberazione, misure urgenti di rafforzamento per il rispetto degli obblighi europei relativi alla qualità dell’aria. Tali misure prevedono l’istituzione di zone di limitazione alla circolazione per i veicoli maggiormente inquinanti nel territorio dei comuni oggetto delle procedure d’infrazione con la possibilità della regione di esercitare i poteri sostitutivi nei confronti dei comuni inadempienti agli obblighi.