Territori

Iran, al via terza fase di disimpegno dall’accordo sul nucleare

iran

L’Iran lavorerà senza limiti all’ampliamento della tecnologia nucleare interna e per la ricerca scientifica


Prende il via la terza fase del disimpegno dell’Iran dall’accordo nucleare. Teheran non avrà più limiti, come ha sostenuto il presidente iraniano, Hassan Rouhani.

“Prenderemo tutte le misure necessarie per proteggere i diritti e gli interessi della nazione iraniana. Il nostro terzo passo (di disimpegno dall’accordo) prevede lo sviluppo di centrifughe”, ha spiegato Rouhani in un discorso televisivo.

“Prenderemo questa misura già venerdì”, ha annunciato il presidente, invitando anche
l’agenzia iraniana per l’energia atomica ad “intraprendere qualsiasi azione necessaria in materia di ricerca e sviluppo e di abbandonare tutti gli impegni esistenti in questo settore”.

Concretamente, tutto questo, significa che Teheran farà “senza limiti tutto quello che è necessario per l’ampliamento della tecnologia nucleare interna e per la ricerca scientifica”.

C’è un però. Rouhani ha sostenuto che se tutte le parti dell’accordo nucleare nei prossimi due mesi rispetteranno i termini dell’intesa, allora l’Iran farà marcia indietro e tornerà a rispettare l’accordo.